Aziende sanitarie: al via il concorso pubblico per OSS
Aziende sanitarie: al via il concorso pubblico per OSS
Lavoro

Aziende sanitarie: al via il concorso pubblico per OSS

Aziende sanitarie: al via il concorso pubblico per OSS
Aziende sanitarie: al via il concorso pubblico per OSS

Le Aziende sanitarie n.5 e n.6 di Vicenza hanno indetto una selezione pubblica volta all’assunzione a tempo indeterminato di due operatori socio sanitari.

Le aziende sanitarie di Vicenza hanno indetto una selezione pubblica. Il concorso, in scadenza la 7 novembre, prevede l’assunzione di due operatori socio sanitari.

Le aziende sanitarie interessate alla selezione pubblica sono la Ulss n.6 di Vicenza e la Ulss n.5 di Ovest Vincentino. I due Operatori verranno assunti con inquadramento in categoria B e posizione economica Bs. Il contratto previsto sarà a tempo indeterminato.

Per poter partecipare alla selezione pubblica indetta dalle aziende sanitarie, è necessario essere in possesso di alcuni requisiti. In generale, come qualsiasi concorso pubblico i requisiti principali sono il possesso della cittadinanza italiana e il pieno diritto di voto.

Per quanto riguarda i requisiti professionali, le Ulss chiedono il possesso della qualifica di operatore socio sanitario. In alternativa è possibile avere l’attestato di Operatore tecnico addetto all’assistenza o di addetto all’assistenza.

La qualifica dev’essere stata rilasciata a seguito della frequentazione di un corso di formazione di almeno 1000 ore. Il titolo dev’essere stato rilasciato dalla Regione Veneto.

Per poter partecipare al concorso è possibile essere in possesso anche di altri titoli affini. In particolare titoli come Assistente all’infanzia, Assistente geriatrico e Tecnico dei servizi sociali. Sui requisiti specifici da avere si rimanda al bando di concorso pubblicato sul sito http://ulssvicenza.iscrizioneconcorsi.it, in cui è possibile scaricare anche la domanda di ammissione.

Entro il sette novembre quindi dovranno essere inviate le candidature per partecipare al concorso. La valutazione avverrà con una prima selezione relativa ai titoli e poi con delle prove di concorso. Le prove sono tre: preselezione, pratica e orale. La preselezione verrà svolta nel caso in cui il numero di domande sia elevato.

La prova pratica verterà sulle tecniche più utilizzate dalle professioni richieste. La prova orale invece sarà incentrata su elementi di legislazione, deontologia, etica, diritto del lavoro, psicologia.

Inoltre verranno poste delle domande sulle metodologie di lavoro in ambito sanitario e sui principi essenziale per l’assistenza alla persona. Infine dovranno essere dimostrate le competenze in ambito informatico e linguistico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche