Baku 2015: crisi di pianto e scappa dalla gara - Notizie.it
Baku 2015: crisi di pianto e scappa dalla gara
News

Baku 2015: crisi di pianto e scappa dalla gara

Come spesso è accaduto in passato, i Giochi Olimpici regalano scene memorabili, destinate a diventare pagine di storia dello sport, da sfogliare per molti anni a venire.

Nessuno sembra però ricordare un precedente per l’episodio avvenuto pochi giorni fa ai primi Giochi Olimpici Europei di Baku.

La gara individuale di tiro con l’arco, a eliminazione diretta, cui partecipava l’azzurra Natalia Valeeva (già oro nella gara mista e in quella a squadre), ha visto un facilissimo passaggio di turno per la nostra atleta, che non ha dovuto neppure scoccare una freccia per sconfiggere la giovanissima avversaria, la 17 enne kosovara Linje Sahiti.

“Era tutto pronto per l’inizio della gara” è il racconto della Valeeva “sembrava che tutto andasse bene poi mentre andavamo a prendere l’arco l’ho vista piangere. Da regolamento non ho potuto parlarle ma ho mandato il nostro allenatore a rassicurarla, a convincerla a gareggiare. E’ la prima volta in tutta la mia carriera che qualcuno si ritira per paura.

Evidentemente non era adeguatamente preparata a livello psicologico, la capisco”.

Attacco di panico con crisi di pianto. A nulla sono valse le rassicurazioni del tecnico azzurro e di quello kosovaro, perché Linje Sahiti non ce l’ha proprio fatta e ha dato forfait.

L’allenatore kosovaro Agron Mala ha voluto spiegare che l’episodio è stato anche il frutto di una leggera intossicazione alimentare, e si è mostrato molto comprensivo: “ha solo 17 anni anni, questa è la sua prima esperienza, non era fisicamente in grado di competere, per questo ha rinunciato”.

Vero o no, soprassedendo sul fatto che la preparazione psicologica, in discipline come questa, vale tanto quanto (e forse di più) di quella tecnica e atletica, resta un sentimento positivo, in qualche modo, per uno spiraglio di umanità pura (che è sport pulito) che una ragazzina di 17 anni può permettersi di avere, prima di diventare, magari un giorno, una campionessa mondiale.

Glielo si augura volentieri.

2 Trackback & Pingback

  1. Baku 2015: crisi di pianto e scappa dalla gara
  2. Baku 2015: crisi di pianto e scappa dalla gara | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche