×

**Ballottaggi: il Pd torna a Santi Apostoli, Letta 'scelto apposta, i simboli contano'** (2)

default featured image 3 1200x900 768x576

(Adnkronos) – "Voglio rassicurare tutti gli alleati che l'atteggiamento generoso e federatore del Pd e non vira improvvisamente a seconda dei risultati che ci sono", assicura Letta. Il lavoro è appena iniziato e l'obiettivo dichiarato è "tenere assieme tutti quelli che sono stati nostri alleati in queste amministrative" in vista delle politiche.

Da Renzi e Calenda fino ai 5 Stelle.

Per il segretario del Pd è possibile e gli stessi elettori nel voto lo hanno dimostrato: "Gli elettori che sono più avanti di noi, gli elettorati di centrosinistra si sono saldati in una coalizione larga che ho testardamente voluto costruire". Sebbene quando Gualtieri in piazza cita Virginia Raggi, dalla folla parta qualche fischio. Il neo sindaco di Roma, da parte sua, rilancia la necessità di unirsi: "Unire il centrosinistra è possibile, si vince a Roma e si può vincere anche quando ci sarà la sfida nazionale perché il paese non deve tornare in mano alla destra".

E ringrazia Letta per "guida giusta. Enrico sarà la sorpresa dei prossimi anni". Sul piccolo palco, allestito in fretta a furia per una piazza improvvisata, salgono i mini sindaci eletti nei municipi a Roma: tutti vinti dal centrosinistra tranne uno. "Non siamo più il partito della Ztl", ci tiene a sottolineare Letta. Sventolare di bandiere e 'Bella Ciao' che parte spontanea dalla piazza a chiudere i festeggiamenti.

Contents.media
Ultima ora