×

Bambini prematuri: il legame affettivo

Condividi su Facebook

E' estremamente importante stabilire un saldo legame affettivo con il bambino prematuro fin dall'inizio, il piccolo infatti deve poter riconoscere l'odore, la voce, il tocco della propria...

E’ estremamente importante stabilire un saldo legame affettivo con il bambino prematuro fin dall’inizio; il piccolo deve poter riconoscere l’odore, la voce, il tocco della madre. Molte ricerche hanno dimostrato che il contatto fisico ha effetti alquanto positivi sui neonati in genere sui prematuri in particolare.

Per la mamma, che si aspetta di poter subito abbracciare il proprio piccolo, è molto deprimente vederlo trasferire dietro uno schermo di vetro, circondato da fredde apparecchiature. Le mamme che non possono subito venire in contatto con il proprio piccolo, incorrono piu’ facilmente in problemi depressivi; si sentono in colpa per non essere riuscite ad assicurare al bambino la necessaria gestazione e per il fatto di non poterlo cullare e rassicurare in un momento di necessità.

Occorre però rendersi conto che è possibile, anzi, assolutamente necessario, costruire un serio legame affettivo anche se il bambino si trova nell’incubatrice, infilando le mani negli appositi fori e accarezzando il piccolo.

Non bisogna farsi intimorire dalle macchine, ma collaborare con il personale ospedaliero per comprendere come comportarsi correttamente. Il bambino prematuro viene messo in una cabina trasparente chiusa, dove temperatura, ossigeno e umidità possono essere regolati secondo necessità, anche se è per il suo bene, anche se diversi sono i casi di bambini prematuri, è bene farsi coraggio, contare sul sostegno del proprio compagno e di tutta la famiglia, amici, parenti, per vivere serenamente questo momento transitorio.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche