×

Banda della Magliana, mistero sulla tomba di De Pedis

Si infittisce il giallo sulla salma di Enrico De Pedis, detto Renatino, uno dei capi della Banda della Magliana. La procura di Roma ha infatti chiesto che la salma venga riesumata per accertare se nella Basilica di Sant’Apollinare siano veramente custodite le spoglie di De Pedis oppure, ipotesi circolata negli ultimi giorni, quelle di Emanuela Orlandi, la ragazza scomparsa nel 1983 e mai più ritrovata. A tal proposito Marco De Pedis, fratello minore di Renatino, è stato sottoposto ieri al prelievo del dna.

Le voci sulla tomba di Enrico De Pedis si susseguono da anni, da quando il nome del boss della Magliana è stato accostato alla scomparsa di Emanuela Orlandi, ma ora che il Vaticano ha dato l’assenso alla riapertura della tomba l’ispezione dei resti potrebbe avvenire in breve tempo.

Anche la famiglia di De Pedis si è detta disponibile ad aprirla da subito per effettuare tutte le analisi del caso, e i legali della famiglia precisano che “l’atteggiamento della Procura è incomprensibile, non si capisce cosa stiano aspettando ad ispezionare la tomba. La famiglia ha dato da tempo la sua disponibilità alla riapertura, in modo da porre fine a questa storia una volta per tutte”.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche