> > Basket: Pozzecco fa visita a Banchero, l'obiettivo è portarlo in ...

Basket: Pozzecco fa visita a Banchero, l'obiettivo è portarlo in azzurro

default featured image 3 1200x900

Orlando, 6 dic. - (Adnkronos) - Una vera e propria missione speciale (e si spera non impossibile) per provare a portare Paolo Banchero in nazionale: questo il compito assegnato alla delegazione guidata da coach Gianmarco Pozzecco - sbarcato a Orlando insieme al direttore sportivo di Italbasket Salva...

Orlando, 6 dic.

– (Adnkronos) – Una vera e propria missione speciale (e si spera non impossibile) per provare a portare Paolo Banchero in nazionale: questo il compito assegnato alla delegazione guidata da coach Gianmarco Pozzecco – sbarcato a Orlando insieme al direttore sportivo di Italbasket Salvatore Trainotti e ad Antonio Santa Maria, consulente della Fip. Un incontro prima della palla a due della sfida tra Magic e Bucks, come raccontato dalla Gazzetta dello Sport, che ha portato a rompere il ghiaccio in attesa che nelle prossime ore ci sia il vero incontro: “Ci siamo salutati brevemente – sottolinea la prima scelta assoluta allo scorso Draft – dopo lo shoot-around.

Parleremo nelle prossime ore”. Un’attesa carica di aspettative da parte degli appassionati di pallacanestro italiani e non solo.

L’appuntamento infatti è fissato per questa notte, con la delegazione azzurra che verrà ricevuta dal giocatore insieme a suo padre Mario e all’agente e grande ex giocatore Nba Mike Miller: “L’ho visto per qualche istante in campo, ci siamo salutati”, spiega Pozzecco. “Parleremo poi con tutto il suo entourage: siamo venuti qui per conoscerlo e per farci conoscere”.

L’idea infatti è quella di presentare alla prima scelta assoluta dei Magic l’opportunità non solo a livello cestistico, ma anche economica di poter diventare da subito il volto della nostra Nazionale – un motivo in più da tenere in considerazione, oltre alla spinta tecnica legata all’opportunità di poter disputare i Mondiali la prossima estate: “Sono convinto che Paolo farebbe benissimo con l’Italia, dovrà abituarsi alla pallacanestro Fiba”, aggiunge Franz Wagner, compagno di squadra ai Magic di Banchero.

“Quello è un gioco più fisico e con arbitri che fischiano di meno, ma lui è incredibilmente talentuoso e si adatterà benissimo. Se deciderà di giocare sarà un protagonista. Nba o Fiba poco importa, Paolo è un giocatore straordinario”.