×

Bassetti minacciato dai no vax: “Lo Stato proceda con fermezza, come contro i terroristi”

"Non posso avere paura di uscire di casa semplicemente perché invito a vaccinarsi. Chi delinque va perseguito penalmente", dichiara l'infettivologo.

Bassetti no vax terroristi

Continuano le manifestazioni e le accese polemiche da parte dei no vax: dopo aver distrutto all’urlo di “traditori” uno stand del M5S a due passi da Porta Ticinese e aggredito due giornalisti, se la prendono con l’ormai celebre responsabile di malattie infettive del policlinico San Matteo di Genova.

Matteo Bassetti, dopo essere stato minacciato e insultato dai no vax, fa un appello allo Stato, affinché agisca con fermezza, punisca i colpevoli e proceda “come contro i terroristi”.

Bassetti minacciato dai no vax: “Procedere come contro i terroristi”

Intervistato da Tgcom24, l’infettivologo genovese ha dichiarato: “Contro le minacce e gli insulti dei no vax lo Stato deve reagire con fermezza. Chi delinque va perseguito penalmente: la magistratura deve procedere come contro i terroristi.

Commentando l’aggressione subita, ha tenuto a sottolineare: Non posso avere paura di uscire di casa semplicemente perché invito la gente a vaccinarsi: oggi il vaccino è l’unica risposta contro il virus.

Quindi ha aggiunto: La risposta alla piazza non può che venire dalla scienza. Lo Stato dovrebbe avere un atteggiamento molto fermo e duro.

Queste persone, se hanno commesso dei reati, vanno perseguite con processi rapidi e pene esemplari.

Bassetti minacciato dai no vax: “Inseguito sotto casa, procedere come contro i terroristi”

Ospite di In Onda, programma di La7, ha raccontato quanto subito. Rientravo con la famiglia dalle vacanze, sono rientrato abbastanza tardi. Una persona mi ha riconosciuto e ha iniziato a insultarmi e a inveire, dicendo che con i vaccini uccidiamo le persone.

Io fatto finta di niente, come mi era stato suggerito dalla polizia”, ha fatto sapere.

Tuttavia, “questa persona continuava a seguirmi a passo spedito. Non volevo fermarmi davanti alla mia casa, quindi ho telefonato alla polizia che è intervenuta immediatamente e ha identificato la persona, che ha tentato di scappare. Spero che la denuncia proceda velocemente”.

Poi ha dichiarato: Il mio numero personale di cellulare è finito su Telegram, oggi ho ricevuto 300 minacce tra telefonate anonime e messaggi. L’ultima è “sappiamo dove vivi, ti schiacciamo con un tir”. Su una chat di Telegram hanno detto che pubblicheranno il mio indirizzo, quello di altri medici”. La paura non si placa e coinvolge persino la moglie del medico genovese, la quale “ha ricevuto minacce di morte nell’albergo in cui lavora. Io chiedo che la magistratura dia risposte univoche. Bisogna agire nei confronti di un movimento sovversivo“.

Matteo Bassetti non ha dubbi e sottolinea: “Questo è terrorismo”.

Bassetti, contro i no vax come contro i terroristi: 8 persone denunciate

Intanto la Digos di Genova ha identificato e denunciato 8 persone responsabili delle minacce via social indirizzate a Matteo Bassetti. Già da dicembre per l’infettivologo del San Martino era stata disposta la sorveglianza dinamica.

Al vaglio della Procura di Genova ci sarebbe anche il reato di stalking da parte di no vax e no green pass che nelle ultime ore si stanno scagliando contro Bassetti.

Contents.media
Ultima ora