×

Bassetti si scaglia contro le mascherine a scuola: “Italia caso unico”

"L'obbligo aveva senso quando il loro uso riduceva la trasmissione ma non è più questo il caso": Bassetti si scaglia contro le mascherine a scuola

Matteo Bassetti

In un post sulla sua pagina Facebook ed in alcune dichiarazioni rilasciate ad AdnKronos Salute Matteo Bassetti si scaglia contro le mascherine a scuola e definisce l’Ialia “un caso unico”. L’infettivologo genovese spiega che il nostro “è l’ultimo e unico Paese in Ue ad avere ancora l’obbligo della mascherina a scuola.

È anacronistico e fuori dal tempo“. Il direttore di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova non fa sconti e torna sul tema anche in agenda della Lega, che ha proposto di togliere l’obbligo delle mascherina a scuola. 

Bassetti si scaglia contro le mascherine a scuola

Ha detto Bassetti: “È giusto portare avanti un obbligo quando siamo sicuri che ci sia una efficacia nel ridurre la trasmissione ma non è questo il caso.

Non è possibile stabilire se questi dispositivi di protezione abbiano effettivamente ridotto la trasmissione del virus”. E ancora: “Lo dico perché non c’è nessuna evidenzia scientifica che lo abbia stabilito rispetto alla vaccinazione, al lavaggio delle mani o al distanziamento”. 

“Non è affatto la scienza a prescriverle”

Poi la precisazione di Bassetti: “Chi afferma che è la scienza a dire che serve l’obbligo della mascherina a scuola dice una eresia: nessuno studio ha affermato che le mascherine da sole hanno ridotto la trasmissione”.

Secondo Bassetti, “le Ffp2 usate in maniera molto rigorosa possono ridurre un minino la trasmissione del virus, ma quanti studenti le usano in modo corretto? Le cambiano ogni 6 ore? Pochi“. 

Contents.media
Ultima ora