Beatles, 48 anni fa l'ultimo concerto sul tetto della Apple Records a Londra - Notizie.it
Beatles, 48 anni fa l’ultimo concerto sul tetto della Apple Records a Londra
Musica

Beatles, 48 anni fa l’ultimo concerto sul tetto della Apple Records a Londra

Giovedì 30 gennaio 1969, 48 anni fa, avviene un evento che segna la storia della musica: i Beatles si esibiscono per l’ultima volta sul tetto della Apple Records in Savile Row n.° 3 nel centro di Londra e il 31 gennaio registrano nello studio del seminterrato quello che sarebbe stato uno spettacolo televisivo per lanciare l’ultimo album dei 4 ragazzi di Liverpool. Il titolo è “Get Back”, perchè l’idea, avuta da Paul McCartney, era di ridare nuova vita a Beatles e riportarli al rock n’roll puro e ai fasti della loro folgorante avventura musicale insieme, cominciata nel 1964 e proseguita fino alla loro ultima esibizione, avvenuta tre anni prima, il 29 agosto 1966 a San Francisco. Poi, però, il 27 agosto 1967 muore il loro manager, Brian Epstein, e soprattutto John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr non vanno più d’accordo. La rottura ufficiale del mitico quartetto si ha il 10 aprile 1970, ma il titolo dell’evento e dell’album rimane lo stesso.

I Beatles si esibiscono senza preavviso sul tetto dell’edificio con un quinto musicista, Billy Preston, che Lennon, McCartney e Harrison conoscono da lungo tempo.

A girare la scena è il regista Michael Lindsay-Hogg. Sotto si riunisce subito una folla stupita di impiegati e commercianti della zona, che a quell’ora, verso le 13, sono in pausa pranzo – certo non è mai successo di poter assistere gratuitamente ad un concerto della mitica band -.

I brani, interpretati da John Lennon e Paul McCartney, sono ovviamente la celebre Get Back (in diverse versioni), “Don’t Let Me Down” (in due versioni), “I’ve Got A Feeling”, “One After 909” (Lennon-McCartney), “Dig A Pony” e “I’ve Got A Feeling”. In tutto lo show dura 42 minuti – circa la metà dei quali utilizzati per quello che sarà il finale del film Let it Be – e paralizza il traffico della capitale britannica. Viene fermato dalla polizia come una “normale” manifestazione sovversiva, ma è solo il gran finale di una breve, strabiliante carriera.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche