Benigni strega Sanremo e l' Italia intera. Tranne Borghezio. Ecco i video - Notizie.it
Benigni strega Sanremo e l’ Italia intera. Tranne Borghezio. Ecco i video
Firenze

Benigni strega Sanremo e l’ Italia intera. Tranne Borghezio. Ecco i video


Dopo l’ incredibile successo dell’ apparizione al Festival di Sanremo, il fiorentino d’ adozione Roberto Benigni ha suscitato le ire di Mario Borghezio, pacato e altrettanto illuminato esponente dell a Lega Nord, che del comico dice : “Morandi fa pena, ma non è un profittatore. Benigni invece prende un sacco di soldi (250000 euro, devoluti interamente all’ Ospedale pediatrico Meyer di Firenze, n.d.r.) per fare uno spettacolo di untuoso ossequio ai valori risorgimentali e alla retorica del Risorgimento” e alla domanda di Klaus Davi sul “Perché, secondo lei, un artista come Benigni può arrivare a prostituirsi?” il fine pensatore risponde così: “Perché purtroppo questi signori sono dei ‘marchettari’ dal punto di vista dell’etica. Mi sembra irriconoscibile il Benigni che fece un figurone con il bellissimo film ‘La vita è bella’; facendo questa ‘partaccia’ a Sanremo dimostra che al di là di momenti di grandissima arte in realtà si comporta da guitto e fa semplicemente schifo il prostituirsi di un artista alle esigenze della retorica di una parte del Paese contro l’altra”

Peccato.

Borghezio ha perso anche questa volta l’ opportunità di rimanere zitto.
Per sputare sull’ Unità di uno stato dal quale percepisce oltre 10000 euro mensili.

Qui di seguito pubblichiamo il video dell’ intervento del Premio Oscar. E quello del leghista con passate simpatie naziste (“L’11 luglio 1976 venne fermato dalle autorità a Ponte San Luigi, valico di confine nei pressi di Ventimiglia, e trovato in possesso di una cartolina firmata “Ordine Nuovo” ed indirizzata “al bastardo Luciano Violante”. Il testo del messaggio, accompagnato da alcune svastiche e da un “Viva Hitler”, era il seguente: “1, 10, 100, 1000 Occorsio”. Vittorio Occorsio, anch’egli giudice protagonista della lotta contro il terrorismo nero, era stato ucciso appena due giorni prima in un agguato” v. Gian Antonio Stella). A voi giudicare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*