Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Berlusconi interviene a Mattino 5
Politica

Berlusconi interviene a Mattino 5

Silvio Berlusconi oggi è intervenuto in diretta nella trasmissione di Canale 5, Mattino 5, criticando in maniera aspra il presidente della camera e leader di Futuro e Libertà in quanto una carica come la terza dello stato non può a parere di Berlusconi usare la poltrona della camera a suo piacimento ed ha affermato “La maggioranza che lo ha eletto non si riconosce piu’ in Gianfranco Fini”. Lo ha detto Silvio Berlusconi. Il presidente del consiglio si è soffermato ed ha sottolineato che anche in passato, quando i presidenti della Camera erano espressione dell’opposizione non si era mai verificato che il presidente di Montecitorio fosse “contrario alla sua maggioranza. Anche una grande presidente della Camera come Nilde Iotti – ha riferito Berlusconi – mai avrebbe usato questa funzione istituzionale per fare politica contro il Governo”. Quanto all’eventualita’ di dimissioni di Fini, Berlusconi ha ribadito: “e’ una cosa che lascio alla sua coscienza e alla sua dignita’”
Successivamente il leader del popolo delle libertà si è soffermato sul suo ruolo di presidente del consiglio negli anni futuri dicendo che ha gia in mente il nome da candidare dal 2013 in poi per una nuova avventura in legislatura e cosi ha afferamto: “Ci sono dei protagonisti nel Governo e nel Pdl che stanno diventando classe dirigente e tra questi alcuni che potrebbero molto bene, nel prossimo futuro, assumersi la responsabilita’ del Governo” ha aggiunto il presidente del Consiglio tornando sull’eventualita’ di non ricandidarsi nel 2013.

“Mi auguro” ha detto, “che cio’ avvenga, perche’ governare il Paese richiede un grande sacrificio e impone una vita quasi impossibile”.
In fine ha voluto commentare la riforma Gelmini sull’università commentando: “è necessaria, perche’ e’ un’emergenza grave, in quanto le indebite ingerenze della magistratura su altri poteri dello Stato costituiscono una vera emergenza democratica” ha aggiunto Berlusconi e “sara’ completata entro la fine della legislatura”.
Il premier ha anche puntato il dito su alcune sentenze di tribunali e “perfino della Corte Costituzionale sono spesso politicamente orientate” e ha citato Sandro Pertini secondo cui “la magistratura non deve solo essere imparziale, ma anche apparire imparziale”.

© Riproduzione riservata

1 Commento su Berlusconi interviene a Mattino 5

  1. Sullo sfondo di uno splendido monetiere di alto antiquariato, impreziosito da formelle di vetro dipinte a mano e separate da cornici in tartaruga – rara immagine sminuita, perché nascosta rozzamente per il 40% dalla gelida targa della presidenza del consiglio (che con l’importante reperto di antiquariato “c’entra come i cavoli a merenda”) e, per il resto, ancora più nascosta dalla presenza di un presidente del consiglio, che ha sprecato ancora una volta una importante occasione, pressoché coincidente con la vigilia di Natale, per risolvere i suoi problemi personali, pronunciando i soliti discorsi deprimenti, ai quali, nonostante tutto, gli italiani dovrebbero essersi ormai abituati, discorsi, che continuano a offendere la coscienza e la dignità di tutti coloro che sperano in un paese normale, senza leggi “porcellum” e con un parlamento vero, formato da eletti effettivi e non dalla presenza di personaggi nominati, sovente fastidiosi e presuntuosi, pronti a ubbidire al loro benefattore, “La vergognosa legge elettorale che nega ai cittadini di eleggere i loro rappresentanti” come ha dichiarato l’astrofisica di fama internazionale Margherita Hack, la stessa che ha spiegato come l’università italiana è stata fracassata da un ministro – che avrebbe ideato – un disegno di legge come quello portato avanti da una persona fino a ieri misconosciuta che si chiama Maristella Gelmini, un granello di polvere nei confronti di un colosso come la scienziata Margherita Hack che di cultura certo se ne intende!, la stessa che nel corso di una intervista ha definito il “governo del fare” come: il “governo del fare ciò che ci pare”.
    Ma ancora più deprimente la figura di chi, pur di non farsi processare come tutti gli altri cittadini – offendendo anche la più umile delle intelligenze, inventa, con la triste complicità di una ristretta elite dei soliti comodi idioti, la presenza di fantasmi, calpestando senza riguardo le più importanti Istituzioni dello Stato, con offese e accuse gravissime come la fantasiosa e assurda presenza di un “disegno eversivo della Magistratura”, descritta come una “associazione tesa all’eversione . . .” che nella migliore delle ipotesi produrrebbe “sentenze politicamente orientate” . . . frasi così assurde, che trattano come deficienti coloro che ascoltano e che ricordano le “minacce” che una volta si rivolgevano ai bambini capricciosi e spesso poco intelligenti . . “comportati bene o chiamo il lupo”!!!. – Al di la delle sconcertanti affermazioni pontificate nella narcisistica convinzione di essere onnipotenti, viene spontaneo chiedersi se espressioni come queste sono semplicemente il maldestro tentativo di esorcizzare la bocciatura della legge sul legittimo impedimento, ovvero un linguaggio limpido non certo cifrato dedicato a chi possiede buone orecchie adatte a recepire un messaggio perfettamente trasparente, per indicare un nemico gradito soltanto alle persone oneste.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche