×

Biella, 50enne va all’hub vaccinale con un braccio in silicone per avere il Green Pass: denunciato

A Biella, un 50enne si è recato presso l’hub vaccinale con un braccio in silicone nel tentativo di ottenere il Green Passo con l’inganno: denunciato.

covid

In Piemonte, un uomo di 50 anni si è recato all’hub vaccinale presso il quale doveva ricevere la prima dose di vaccino sintetizzato contro il coronavirus con un avambraccio in silicone. Il soggetto voleva, in questo modo, ingannare gli operatori sanitari e entrare in possesso del Green Pass senza farsi realmente inoculare il vaccino.

Biella, 50enne va all’hub vaccinale con un braccio in silicone per avere il Green Pass: denunciato

Nella serata di giovedì 2 dicembre, un uomo di 50 anni che si era prenotato per sottoporsi all’inoculazione della prima dose del vaccino anti-Covid si è presentato in un hub vaccinale adibito alla distribuzione delle prime dosi situato in provincia di Biella, in Piemonte, munito di un avambraccio in silicone.

L’intenzione del soggetto, da annoverare a pieno titolo tra i No Vax, consisteva nel fingere di aderire alla campagna vaccinale, ingannare medici e infermieri in servizio con l’avambraccio in silicone e riuscire, infine, a ottenere il Green Pass senza farsi realmente iniettare il siero.

Biella, 50enne va all’hub vaccinale con un braccio in silicone: la scoperta dell’operatrice sanitaria

Il 50enne, tuttavia, è stato rapidamente scoperto dagli operatori sanitari e verrà denunciato ai carabinieri. L’Asl, intanto, provvederà a segnalare l’accaduto in procura.

In particolare, a rendersi conto del tranello è stata l’operatrice sanitaria che avrebbe dovuto effettuare la vaccinazione. In questo frangente, nonostante l’applicazione in silicone somigliasse in modo incredibile alla vera pelle, il colore del materiale e la sua consistenza al tatto hanno insospettito l’infermiera.

L’operatrice, quindi, ha chiesto all’uomo di mostrare il braccio per intero, confermando i suoi sospetti.

Dopo essere stato scoperto, il soggetto ha tentato di corrompere l’infermiera, provando a convincerla ad assecondarlo, senza però avere successo.

Biella, 50enne va all’hub vaccinale con un braccio in silicone: il governatore Cirio e l’assessore alla Sanità Icardi

L’assurda vicenda è stata commentata dal governatore Alberto Cirlio e dall’assessore alla Sanità Luigi Icardi che hanno dichiarato: “Il caso rasenta il ridicolo, se non fosse che parliamo di un gesto di una gravità enorme, inaccettabile di fronte al sacrificio che la pandemia sta facendo pagare a tutta la comunità”.

Il governatore Cirio e l’assessore Icardi, inoltre, hanno anche sottolineato quanto segue: “La prontezza e la bravura dell’operatrice hanno rovinato i piani di questo soggetto che ora ne risponderà alla giustizia. Il nostro grazie va, invece, a tutti gli operatori sanitari impegnati ininterrottamente da mesi nella nostra campagna vaccinale senza mai abbassare l’attenzione e la professionalità, a cominciare proprio da chi ha agito con prontezza questa sera a Biella, una delle prime Asl ad aver anche già raggiunto virtuosamente più del 93% del target di somministrazioni giornaliere che la Regione ha dato alle proprie aziende sanitarie per correre sempre più veloci con le terze dosi”.

Contents.media
Ultima ora