×

Bimba di 3 anni morta a Torino, compagno della madre accusato di omicidio colposo

In merito al caso della bimba di 3 anni morta a Torino, il compagno della madre della piccola è stato accusato di omicidio colposo.

omicidio colposo

Novità sul caso della piccola Fatima, la bimba di tre anni deceduta dopo essere precipitata da un palazzo situato nel cuore di Torino. Azhar Mohssine, il compagno della madre della giovanissima vittima, resterà in carcere con l’accusa di omicidio colposo.

Bimba di 3 anni morta a Torino, aggiornamenti sul caso della piccola Fatima

In relazione al caso della piccola Fatina, la bambina di tre anni morta a causa delle gravi lesioni riportate dopo essere caduta dal quarto piano di un palazzo in via Milano nel centro di Torino nella serata di giovedì 13 gennaio, sono stati comunicati alcuni aggiornamenti.

Il compagno della madre, Azhar Mohssine, infatti, resterà in carcere. L’uomo, un 32enne di origine marocchine, è stato posto in stato di fermo nella giornata di venerdì 14.

Bimba di 3 anni morta a Torino, compagno della madre accusato di omicidio colposo

Nel momento in cui le forze dell’ordine hanno provveduto ad arrestare Azhar Mohssine, l’uomo era stato portato in carcere con l’accusa di omicidio volontario con dolo eventuale. Il reato ipotizzato al momento del fermo, tuttavia, è stato recentemente modificato in omicidio colposo.

La decisione di convertire l’accusa da omicidio volontario con dolo eventuale a omicidio colposo è stata formulata dal gip Agostino Pasquariello.

Bimba di 3 anni morta a Torino, compagno della madre accusato di omicidio colposo: l’ammissione

Per quanto riguarda le accuse a carico di Azhar Mohassine, quindi, è stata accolta la richiesta avanzata dalla difesa, rappresentata dall’avvocato Alessandro Sena.

La riformulazione dell’accusa a carico del 32enne, infatti, si è concretizzata nel momento in cui gli inquirenti sono venuti a conoscenza di ulteriori elementi annessi alla drammatica e prematura scomparsa della piccola Fatima.

Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, nella serata di sabato 15 gennaio, Azhar Mohssine ha ammesso che la bambina è caduta dal balcone del palazzo di Torino durante un gioco, trasformatosi poi in tragedia.

Contents.media
Ultima ora