×

Bimba scomparsa in Australia, il campeggio è rimasto aperto per ore dopo l’inizio delle ricerche

In relazione al caso di Cleo Smith, la bimba scomparsa in Australia, sono emersi alcuni importanti particolari sulle indagini condotte dalla polizia.

australia

Cleo Smith, la bimba di quattro anni scomparsa in Australia nella notte di sabato 16 ottobre, non è ancora stata ritrovata. Intanto, sono emersi alcuni particolari legati alle indagini condotte dalla polizia locale.

Bimba scomparsa in Australia, il campeggio è rimasto aperto per ore dopo l’inizio delle ricerche

In relazione alle indagini condotte sulla drammatica scomparsa della piccola Cleo Smith, è stato rivelato che la polizia dell’Australia Occidentale ha utilizzato delle tronchesi per poter accedere ad alcune baracche di metallo situate presso il campeggio Blowholes a Macleod, dal quale la bambina è tragicamente sparita nella notte compresa tra venerdì 15 e sabato 16 ottobre.

Inoltre, è stato anche segnalato che, nonostante la situazione di emergenza, il sito non è stato chiuso ai campeggiatoriche hanno continuato ad accedervi e a uscirne per ore, senza essere soggetti ad alcun tipo di controllo.

Il campeggio Blowsholes, quindi, è stato chiuso soltanto diverse ore dopo la scomparsa della bimba e i primi accertamenti condotti dalle forze dell’ordine.

Bimba scomparsa in Australia, la ricostruzione della scomparsa di Cleo Smith

Per quanto riguarda la sparizione di Cleo Smith, la mamma della piccola, Ellie Smith, ha riferito di essere andata a letto insieme al suo partner Jake Gliddon e alle due figlie Cleo e Isla, di sette mesi.

La donna ha, poi, raccontato di aver visto Cleo per l’ultima volta intorno alle ore 01:30 di notte, dopo averle dato un bicchiere d’acqua. Quando la famiglia si è svegliata verso le 06:00 del mattino, un lembo della loro tenda era aperto e la bambina era sparita.

Dopo aver dato l’allarme relativo alla scomparsa, i campeggiatori si sono riuniti per dare inizio alle ricerche. In questo contesto, è stato evidenziato che il campeggio non fosse stato chiuso dalla polizia di WA.

Il campeggio Blowsholes è facilmente accessibile e viene raggiunto percorrendo una semplice strada di bitume. Il luogo, inoltre, non prevede che gli ospiti prenotino in anticipo ma richiede soltanto il pagamento online. Quotidianamente, un ranger si reca in visita al campeggio per verificare le registrazioni.

Bimba scomparsa in Australia, la testimonianza sul rumore di pneumatici

In merito alle indagini, infine, è emerso anche un altro particolare: alcuni campeggiatori, infatti, hanno detto alle autorità di aver sentito gli pneumatici di un’automobile “sbandare” verso le 03:00 del mattino.

A questo proposito, è stato precisato che il campeggio Blowsholes prevede soltanto accampamenti non motorizzati ma, lungo la spiaggia di Point Quobba, sono presenti numerosi altri camping.

Il rapporto stilato dalle autorità locali, tuttavia, riporta che la polizia è stata “molto accurata nel prendere i dettagli di tutti coloro che hanno lasciato il sito prima che fosse ufficialmente chiuso”.

Nella giornata di martedì 19 ottobre, la polizia australiana ha effettuato nuovi controlli in alcune baracche situate in prossimità del campeggio, continuando a ipotizzare che Cleo Smith si trovi ancora in zona.

Bimba scomparsa in Australia, i genitori di Cleo Smith

Sulla base di ulteriori testimonianze fornite dai campeggiatori, Ellie Smith e Jake Gliddon sono stati descritti come “assolutamente sconvolti” nelle ore successive alla scomparsa della figlia.

Nel pomeriggio di martedì 19 ottobre, la coppia ha deciso di presentarsi dinanzi alle telecamere e ha esaminato gli ultimi quattro giorni vissuti alla ricerca della bambina e ribadendo che la piccola non si sarebbe mai allontanata spontaneamente dalla tenda da sola.

Nel frattempo, seguendo la procedura standard prevista in casi analoghi, la polizia ha ascoltato anche il padre biologico di Cleo Smith, Daniel Staines, che è stato interrogato a Mandurah, a circa 1.000 chilometri di distanza dal luogo della sparizione della bimba. L’uomo non risulta in alcun modo coinvolto nella scomparsa della figlia.

Al momento, la polizia di WA sta proseguendo nelle ricerche di Cleo Smith nella speranza di riuscire a trovare la bambina il prima possibile e riportarla a casa.

Contents.media
Ultima ora