×

Bimba di 5 anni scrive a Elisabetta, la regina risponde: “Avrà un cigno tutto suo”

Bambina di 5 anni si rivolge alla regina Elisabetta per poter avere un cigno tutto suo. La regina risponde alla richiesta e lascia tutti di stucco assecondando la volontà della bambina.

cigno

Regina Elisabetta ed il cigno

Una bambina di 5 anni Lyndsay Simpson di Petersfield ha un sogno: poter avere un cigno tutto suo. Lo vuole coccolare, accarezzare e tenere nel suo bagno. Per questo motivo ha chiesto ai genitori di prenderne uno. Quale genitore non vuole assecondare il proprio figlio specialmente nel voler bene ed accudire un animale. Ma la richiesta della bambina risulta un po’ difficile da gestire. Così la nonna punta sulla credenza popolare per risolvere il problema dicendo che solo la regina poteva dare il consenso. La bambina allora per niente scoraggiata scrive una lettera alla regina chiedendo il permesso. Nella lettera specifica che le basta averlo almeno per un week end. La nonna credeva così di aver risolto definitivamente il problema pensando che la lettera non avrebbe avuto riscontro.

cigno

La lettera inattesa

Inaspettatamente dopo una settimana ecco arrivare una lettera da Buckingham Palace. La responsabile Jennie Vine che cura la corrispondenza della regina riporta nella risposta le parole dette dalla regina in persona. ” La regina ringrazia la bambina per la lettera e le fa presente che non possiede tutti i cigni del Regno Unito. Sua Maestà possiede solo i cigni non marcati in acque libere. La sua podestà è esercitata solo su quelli del Tamigi e degli affluenti. I cigni sono animali selvatici e sono protetti dal Wildlife and Countryside Act del 1981 precisa nella lettera”. Sua Maestà rimane molto colpita dalla cosa ed invita la bambina alla cerimonia dello Swan Upping. La cerimonia consiste nel censire i cigni del Tamigi. Questa cosa ha permesso a Lyndsay di trascorrere qualche ora in loro compagnia.

Elisabetta II ha regalato alla bambina anche un libretto sul censimento del cigno reale per permetterle di saperne di più. La nonna racconta che la bambina è rimasta contentissima del gesto della regina. Di certo non lo dimenticherà mai quello che le è successo.

I Cigni

Cygnus è la categoria in cui vengono classificati i più grandi uccelli acquatici della famiglia degli Anatidi. In italiano sono chiamati cigni. Sono facilmente riconoscibili per le dimensioni, il lungo collo ed il portamento elegante. Ha un’apertura alare da 155 a 250 cm. Il colore del cigno più diffuso è o totalmente bianco o totalmente nero. Il colore delle zampe varia dal nero scuro o grigio al rosa. I cigni formano coppie monogame, nidificano tra i canneti e la femmina cova per circa un mese.

Il cigno appena nato e fino al raggiungimento dell’età adulta ha un colore grigiastro più mimetico rispetto agli adulti. I cigni sono uccelli erbivori e si nutrono di piante acquatiche che strappano dalle rive o dal fondo. Il collo lungo permette loro di arrivare fino ad una profondità di 80 cm. A volte arrivano anche più in profondità immergendo la parte anteriore del corpo. Possono tranquillamente uscire dall’acqua e passeggiare sulla riva cibandosi di piante, semi, foglie. Non amano allontanarsi molto dall’acqua. Sono molto ghiotti di pane fresco ed ammorbidito nell’acqua. Essendo privi di denti devono mangiare a piccoli pezzetti e cose morbide in modo da riuscire poi a digerirle.

cigno

L’uomo e i cigni

I cigni sono inoffensivi nei confronti dell’uomo ma ci possono essere delle situazioni in cui diventano aggressivi. Questo accade quando devono difendere il loro territorio o se ci sono in giro cani. I cani devono essere tenuti al guinzaglio per evitare problemi ad entrambi. Se ci si avvicina d un cigno è sempre bene fare attenzione ed evitare se possibile di avvicinarlo troppo. L’aggressione di un cigno può portare a gravi conseguenze. Un parco che vuole ospitare dei cigni deve essere recintato per evitare la fuga degli animali e l’intromissione di animali dall’esterno. Per impedire al cigno in cattività di prendere il volo vengono utilizzate delle tecniche per debilitarne le ali. I cigni sono molto belli da guardare ma ognuno deve stare al suo posto. I luoghi dove loro sono tenuti devono essere curati e gestiti da personale specializzato. Non bisogna mai improvvisarsi esperti ci si potrebbe pentire.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche