Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Bimbo di 3 anni annega in un canale: soccorsi inutili
Cronaca

Bimbo di 3 anni annega in un canale: soccorsi inutili

canale

Il piccolo Norman, di 3 anni, è caduto in un canale a Galliate, nei pressi del diramatore Vigevano: purtroppo i soccorsi sono stati inutili

L’allarme è scattato alle 12.30 di oggi, martedì 25 luglio. Si trattava di un bambino disperso in un canale. Il piccolo Norman, di 3 anni, era a Galliate nei pressi del diramatore Vigevano, un grande canale artificiale che scorre al confine tra il Piemonte e il Pavese, in Lombardia. Stando alle prime ricostruzioni e al resoconto di alcuni testimoni, sembrerebbe che il piccolo sia scivolato nel canale. È stato poi portato via dalla corrente senza che nessuno riuscisse a intervenire.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Novara. In aiuto è arrivato anche un elicottero dal nucleo di Malpensa. Il bambino è stato infine ritrovato nel canale all’altezza del comune di Romentino. Gli è stata praticata la rianimazione cardiopolmonare per alcuni minuti, ma i risultati sono stati vani. Il personale del 118 ha dichiarato la morte del piccolo. Sulla vicenda stanno ora indagando i carabinieri.

La dinamica dell’incidente è infatti ancora tutta da ricostruire.

La madre, che abita nelle vicinanze del luogo della tragedia, ha detto di avere perso di vista il piccolo. Il corpo del bambino è stato recuperato più lontano, nel territorio del Comune di Romentino. Quando il bimbo è caduto in acqua, infatti, la corrente lo ha trascinato via senza che nessuno riuscisse ad aiutarlo.

Su Facebook il sindaco di Romentino, Alessio Biondo, che ha seguito di persona l’intervento dei soccorritori, ha manifestato il proprio cordoglio. “Purtroppo non ce l’ha fatta il piccolo Norman, disgraziatamente caduto nel diramatore Vigevano all’altezza del Varallino. Il corpicino è stato ritrovato esanime a Romentino. Grazie ai vigili urbani, ai carabinieri, all’associazione nazionale carabinieri, alla Protezione civile, alla Croce Rossa e a tutti i volontari che si sono prodigati questa mattina nelle ricerche. Che riposi in pace”.

La vicenda di Alessandro a Fiumicino, anche lui annegato in un canale

Ricordiamo il medesimo incidente accaduto a Maccarrese, nel comune di Fiumicino, sul litorale romano, pochi mesi fa. Anche il quel caso un bambino di 11 anni, Alessandro, è morto annegando in un canale.

Il fatto era accaduto a circa 300 metri dalla palazzina dove abita la nonna del bambino, alla quale era stato affidato. Come tutti i pomeriggi, il ragazzino, figlio unico, era andato a casa della nonna perché entrambi i genitori lavoravano. Nessuno, a quel che risulta, ha visto l’undicenne cadere nel canale, uno dei tanti nella zona che vengono usati per irrigare i campi.

Dopo circa un’ora dall’allarme, il cadavere di Alessandro era stato visto nel canale. Alle ricerche avevano partecipato molte persone del posto, perché il tratto del canale si trova nei pressi di un asilo in cui, per ironia della sorte, era in corso la festa dei nonni. La corrente avrebbe trasportato la salma le bambino per alcune centinaia di metri. Anche per il povero Alessandro non c’era stato più niente da fare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche