Bolletta elettrica: in arrivo la bioraria - Notizie.it
Bolletta elettrica: in arrivo la bioraria
Economia

Bolletta elettrica: in arrivo la bioraria

Novità per la bolletta elettrica che dal primo luglio 2010 diventerà bioraria

Bolletta bioraria
Bolletta bioraria

Novità in vista per quanto concerne la bolletta elettrica.

A partire dal prossimo primo luglio entrerà in vigore, anche per i clienti del cosidetto mercato tutelato, la bolletta con prezzi biorari, grazie alla quale sarà possibile risparmiare e anche molto sui consumi. A deciderlo è stata l’Autorità per l’energia che ha stabilito che la nuova modalità di tariffazione sarà introdotta in maniera graduale per tutte le famiglie.

Cosa cambierà per le famiglie italiane e soprattutto si potrà risparmiare?

In sostanza il risparmio potrà esserci, basta stare attenti agli orari e scegliere quelli nei quali si consuma di meno. Con la bioraria, infatti, si risparmierà concentrando i propri consumi il sabato, la domenica e nei giorni festivi, mentre per quanto concerne i feriali converrà consumare di più tra la mezzanotte e le 8 e tra le 19 e le 24.

Le famiglie, prima dell’applicazione di questa nuova tariffazione, sono state già avvisate dall’Autorità con tre comunicazioni ufficiali.

Per quanto concerne l’applicazione della nuova modalità di tariffazione a partire dal primo luglio saranno 13 milioni gli italiani che ne beneficeranno, ovvero quelli già forniti di contatore elettronico, ma successivamente la nuova bolletta sarà estesa a tutti.

Le fasce saranno tre: la “F1?, in corrispondenza della quale la luce costa di più, e la “F2 e la F3? in corrispondenza delle quali, invece, si risparmia.

Per conoscere i dettagli della nuova bolletta è possibile visitare il sito dell’Aquirente Unico (www.acquirenteunico.it), o dell’Autorità per l’energia elettrica ed il gas (www.autorita.energia.it), oppure si può chiamare il numero verde gratuito 800 166 654 attivo dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle ore 8 alle ore 18.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche