×

Bolletta elettrica, perché aumenterà del 40% a partire da ottobre?

Bolletta elettrica e del gas in aumento del 40% dal prossimo mese di ottobre: lo annuncia il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani.

bolletta elettrica 40

Bolletta elettrica in aumento fino al 40% a partire da ottobre 2021. Ad annunciare il grave rincaro è stato il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. Il consumo di gas ed energia elettrica è tornato ad essere uguale – e in alcuni casi anche maggiore – a quello pre-pandemia da Covid-19.

Bolletta elettrica: da ottobre 2021 gli italiani pagheranno il 40% in più

Aumento sulle bollette di luce e gas per le famiglie italiane, a partire da ottobre 2021. Il forte rincaro è stato annunciato dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, il quale ha tenuto a specificare che queste siano notizie da spiegare bene alla popolazione, soprattutto in un momento storico ancora così difficoltoso.

Il 40% in più nella bolletta di energia elettrica è dovuto a un rincaro del prezzo del gas a livello internazionale.

Succede perché aumenta anche il prezzo dell’anidride carbonica prodotta” – ha spiegato Cingolani.

Rincari sulla bolletta elettrica fino al 40%: famiglie italiane preoccupate

Anche negli ultimi mesi si era osservato un graduale rincaro dei prezzi del gas, fino al 20% più. Dal prossimo mese, però, l’aumento sarà ancora più evidente e potrà mettere in serie difficoltà coloro che sono stati già particolarmente debilitati dalla pandemia da Covid-19.

Non solo luce e gas, ma l’aumento contemplerà anche altri beni di prima necessità, come la farina e il grano.

Aumento del 40% sulla bolletta elettrica: i motivi

Non siamo ancora usciti dalla situazione emergenziale data dalla pandemia, ma è evidente che si stia tornando lentamente a una situazione normale, anche e soprattutto nel campo lavorativo. A questo proposito, il ritorno della aziende a pieno regime sta comportando una richiesta sempre maggiore di energia elettrica. In più è in aumento il costo dell’anidrite carbonica. Il servizio fornito dall’UE viene gradualmente aumentato per far sì che le fabbriche utilizzino sistema di energia puliti.

In questo modo, però, aumentano i costi di produzione e – di conseguenza – anche i prezzi delle bollette dei singoli.

Il ministro Cingolani ha assicurato che il governo centrale si sta impegnando per la “mitigazione dei costi delle bollette dovuti a queste congiunture internazionali e per fare in modo che la transizione verso le energie più sostenibili sia rapida e non penalizzi le famiglie“.

Contents.media
Ultima ora