×

Bologna: aggredito con un lucchetto e rapinato dopo uno scontro in bicicletta

Dopo uno scontro in bicicletta, un giovane è stato colpito con un grosso lucchetto e rapinato da uno straniero con precedenti per droga

Bologna: aggredito con un lucchetto e rapinato dopo uno scontro in bici
Bologna: aggredito con un lucchetto e rapinato dopo uno scontro in bici

Nel cuore del quartiere universitario di Bologna, è avvenuta una violenta aggressione per un apparente futile motivo. Capita infatti di scontrarsi involontariamente tra biciclette mentre si viaggia in direzioni opposte su una stessa strada. Ebbene, quello che è capitato ieri nel capoluogo emiliano ha lasciato tutti sorpresi per la portata della violenza gratuita che si è consumata alle prime ore del pomeriggio, turbando la tranquillità del quartiere.

Due giovani, uno originario di 22 anni e un cittadino filippino di 27, si sono scontrati in bicicletta in Largo Puntoni (adiacente a via Zamboni). Dallo scontro entrambi sono usciti illesi, ma il 27enne ha reagito prepotentemente contro il 22enne e ha minacciato di morte l’italiano mentre quest’ultimo stava cercando di rimontare in sella e proseguire per la sua strada.

Colpito con un lucchetto

Non soddisfatto, lo straniero ha inseguito e colpito ripetutamente l’altro ciclista con un bloster (lucchettone a u per chiudere la bicicletta) e in quel momento il 22enne ha ceduto cadendo a terra.

Quando il giovane è crollato a terra, il filippino gli ha strappato un paio di occhiali del valore di circa 150 euro ed è fuggito.

Il ragazzo – rimasto a terra – è stato soccorso da un passante. Sul luogo sono arrivate le forze dell’ordine insieme a un’ambulanza del 118 per i primi soccorsi al giovane maltrattato e rapinato.

Non è stato difficile individuare e fermare l’asiatico per via della t-shirt che indossava di colore giallo. In zona universitaria, si è consumato un vero e proprio inseguimento. Alla vista della volante della polizia il 27enne ha tentato la fuga in bicicletta. Inseguito fino a via del Guasto (in prossimità di Piazza Verdi) ha perso l’equilibrio cadendo dalla sella. Prontamente ammanettato, è stato fermato.

Il giovane italiano rimasto vittima dell’aggressione e della rapina ha riportato diverse lesioni.

Quando dopo l’incidente si è recato in questura per denunciare l’accaduto, ha accusato un ulteriore malore. Accompagnato da un conoscente, si è diretto dall’ospedale.

Il filippino, una volta fermato dalla polizia, è stato condotto alla Dozza dove ora si trova in attesa della convalida dell’arresto. Era già stato segnalato per assunzione di stupefacenti e aveva dei precedenti.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche