×

Bologna, morto a 109 anni l’uomo più vecchio d’Italia: addio a Giuseppe Venturi

L’uomo più anziano d’Italia, Giuseppe Venturi, è deceduto all’età di 109 anni: avrebbe compiuto 110 anni il prossimo 13 aprile 2022.

morto

L’uomo più anziano d’Italia, Giuseppe Venturi, è deceduto all’età di 109 anni: avrebbe compiuto 110 anni il prossimo 13 aprile 2022.

Bologna, morto a 109 anni l’uomo più vecchio d’Italia: addio a Giuseppe Venturi

Nella giornata di martedì 7 dicembre, Giuseppe Venturi è morto a 109 anni: l’uomo, che avrebbe festeggiato il suo 110° compleanno il 13 aprile 2022, era noto per essere l’uomo più vecchio d’Italia.

Giuseppe Venturi era nato nel 1912 a Marzabotto, comune situato in provincia di Bologna, in Emilia-Romagna, e si è spento nella sua abitazione situata in via Speranza, in zona Borgo Panigale. Il defunto era sopravvissuto sia alla Prima che alla Seconda Guerra Mondiale, all’influenza spagnola e, infine, anche alla pandemia da SARS-CoV-2.

Nel corso della sua vita, era stato contadino, muratore e anche giardiniere mentre si dedicava alla sua passione per i cappelli e per l’arte legata all’intaglio del legno, dal quale ricavava gatti e gufi.

Presso il centro anziani di Santa Viola, nel 2012, in occasione del suo centesimo compleanno, aveva realizzato la sua prima mostra, intitolata “Legno e argilla”.

Bologna, morto a 109 anni l’uomo più vecchio d’Italia: i predecessori di Giuseppe Venturi

Nel mese di novembre 2021, in Piemonte, era stata comunicata la morte di un coetaneo di Giuseppe Venturi. Nello specifico, si trattava di Gaudenzio Nobili, un uomo di 109 anni e 293 giorni che era risultato l’uomo più anziano d’Italia a partire dal 21 settembre 2021, dopo il decesso del suo predecessore Antonino Turturici.

Dal 15 novembre 2021, poi, il titolo di “uomo più vecchio d’Italia” era passato all’ultracentenario bolognese Giuseppe Venturi.

Bologna, morto a 109 anni l’uomo più vecchio d’Italia: i familiari di Giuseppe Venturi

Nei suoi ultimi istanti di vita, Giuseppe Venturi è stato circondato dall’amore dei suoi familiari e dal suo fedele gatto Silvestro. L’uomo era rimasto vedovo della moglie Elena, deceduta quando aveva soltanto 56 anni e, da alcuni anni, l’anziano abitava insieme alla figlia di 85 anni, Rosanna, in un appartamento reso caratteristico dai suoi animali intagliati nel legno.

Secondo quanto riferito dai nipoti, infine, Giuseppe Venturi è stato ricordato come un uomo che adorava le tagliatelle e bere un sorso di vino per celebrare le giornate di festa.

Contents.media
Ultima ora