×

Bologna, professore no Green Pass allontanato dall’università: “È una questione di principio”

Bologna, professore no Green Pass allontanato dall'università. Francesco Benozzo ha dovuto interrompere la lezione per lasciare l'aula: sospeso.

Bologna, professore no Green Pass allontanato dall'ateneo

Bologna, professore no Green Pass allontanato dall’aula durante la lezione. Francesco Benozzo è stato interrotto dal direttore di dipartimento universitario per essersi opposto alle norme sul Green Pass attualmente in vigore.

Bologna, professore no Green Pass sospeso

Tornerò fino alla quinta mia lezione, perché questo è il mio mestiere, dopo sarò sospeso.

La mia è coerenza: non posso insegnare ai miei studenti l’arte del dubbio e poi piegarmi”, ha dichiarato il professor Benozzo, che insegna Filologia romanza presso l’Università di Bologna.

Professore no Green Pass a Bologna: “Una normativa barbarica”

“Da sempre contesto la gestione pandemica e cerco di far capire a che punto siamo arrivati all’università dove non c’è più spazio per il libero pensiero”, ha proseguito Benozzo intervistato da La Repubblica.

“Da una parte l’ateneo va in piazza a difesa di Patrick Zaki, studente del mio Dipartimento, dall’altra sono stato censurato perché esercito il pensiero critico”.

“Considero il Green Pass una normativa barbarica, uno strumento discriminatorio: sei sanzionato e ti tolgono il lavoro in assenza di un illecito”. Il professore ha firmato l’appello universitario contro il lasciapassare ed è uno dei tre promotori del referendum abrogativo.

Chi è il professore no Green Pass di Bologna

Il professore ha un curriculum di tutto vanto, con 700 pubblicazioni, la candidatura al Nobel per la Letteratura, il coordinamento del dottorato in Studi letterari e culturali. “È una questione di principio. E andrò fino in fondo, ha dichiarato Francesco Benozzo, sostenuto dagli studenti no Green Pass.

Contents.media
Ultima ora