Bolt, ex dopati in pista, ma le regole sono queste, io penso a batterli - Notizie.it
Bolt, ex dopati in pista, ma le regole sono queste, io penso a batterli
News

Bolt, ex dopati in pista, ma le regole sono queste, io penso a batterli

Sabato inizieranno a Pechino i mondiali di atletica leggera 2015 e, domenica (15.15 ora italiana), è già il momento della sfida più affascinante di tutte, quella della velocità.
Uomini che esplodono tutta la loro forza muscolare per lanciarsi come proiettili lungo 100 metri piani, una distanza modesta eppure lunghissima, che questi atleti coprono ormai in meno di 10 secondi.
Il tema della gara sarà la sfida fra Usain Bolt, che a Pechino si ritrova a casa, visto che qui vinse 100, 200 e staffetta nel 2008, e Justin Gatlin, lo statunitense che, dati di rendimento degli ultimi 12 mesi alla mano, a questi mondiali arriva da favorito.
I veleni del doping rischiano di offuscare la bellezza della sfida, però, e Bolt ci ha tenuto a precisare alcune cose sull’argomento: “la questione del doping è diventata il centro di tutto. Nelle ultime settimane ho sentito parlare e ho letto solo di doping, doping e doping.

E’ davvero triste considerando che siamo all’antivigilia dei Mondiali, e si dovrebbe parlare anche delle gare”.
Dettata la più che condivisibile linea di principio, è chiaro però che, avendo di fronte un avversario come Gatlin che, in passato, è stato squalificato per doping, Bolt non può e forse neppure vuole evitare davvero l’argomento. Sul fatto che Gatlin si possa trovare ai blocchi di partenza, il giamaicano precisa: “le regole non le ho fatte io e stabiliscono che dopo aver scontato la pena uno può tornare a gareggiare. Gatlin sarà in pista, e devo pensare a batterlo, senza preoccuparmi dei problemi che ha avuto”.
Argomento gigantesco, per complessità, quello del ritorno alle gare dopo il doping. C’è chi è a favore della squalifica a vita come misura drastica per scoraggiare l’utilizzo di metodi e sostanze proibiti e, per contro, c’è chi è di parere opposto e ribatte che anche un omicida, scontata la sua pena, ha diritto a tornare in società.

La discussione potrebbe essere infinita, ma ci sono 100 metri da correre e, come dice Bolt, adesso è il momento di pensare alle gare.

1 Trackback & Pingback

  1. Bolt, ex dopati in pista, ma le regole sono queste, io penso a batterli | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche