Bolzano: 240 mila euro per il ragazzo morto in slittino - Notizie.it
Bolzano: 240 mila euro per il ragazzo morto in slittino
News

Bolzano: 240 mila euro per il ragazzo morto in slittino

Si è chiusa con una sentenza di un anno e tre mesi di carcere la vicenda di Romano Campiti, il 14 enne morto, nel marzo del 2012, dopo uno schianto contro un albero a bordo del suo slittino. Il Tribunale di Bolzano ha stabilito una pena dura e un risarcimento considerevole, ma non certo milionario.

Il ragazzo era deceduto a seguito di uno scontro con il tronco di un albero mentre percorreva in slittino la pista della Croda Rossa a Sesto Pusteria. Ora, il maestro di sci Alessio Talamini, il direttore del centro sciistico di Sesto Croda Rossa, Mark Winkler, e l’addetto alla sicurezza, Rudolf Egarter, dovranno scontare una pena di un anno e tre mesi di carcere ciascuno per le responsabilità connesse con la morte del giovane. Il Tribunale ha inoltre stabilito che i tre condannati risarciscano la famiglia Campiti con la somma di 240 mila euro.

1 Commento su Bolzano: 240 mila euro per il ragazzo morto in slittino

  1. Bene la condanna perché in altri casi con minori coinvolti neanche il processo è stato fatto. Ma purtroppo si tratta anche in questo caso di condanna virtuale (non so come faccia il giornalista a definirla dura se me lo spiega perfavore) che non avrà effetti detentivi.
    I condannati non hanno mai dimostrato neanche quando da me interpellati il minimo senso di colpa e ad oggi dichiarando di voler ancora ricorrere in appello dopo aver rifiutato il patteggiamento dimostrano di non capire quello che hanno fatto perché sono frutto di quella mentalità che vede la morte in montagna come una cosa "normale".
    Il risarcimento poi sarà pagato dalle assicurazioni che Romano ha pagato acquistando il biglietto dell'impianto di risalita ed il "maestro" e bene fa il giornalista a non definirlo "milionario".
    Ancora come in moltissimi altri casi lo Stato ha omesso la sua funzione educativa infliggendo una pena degna di tale nome visto che di omicidio doloso si tratta !
    Ho perso un figlio e la sua morte neanche è servita a migliorare la mentalità e le regole che hanno causato la sua morte quindi purtroppo siamo in attesa della prossima vittima !

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche