×

Bombardato impianto chimico a Sumy: nube di ammoniaca nell’atmosfera

Nella notte le truppe della Federazione Russa hanno bombardato un impianto chimico a Sumykhimprom, area di Sumy: letale nube di ammoniaca nell’atmosfera

La nube bianca di ammoniaca che esce dall'impianto

Nell’Ucraina nord orientale è stato bombardato dalle truppe della Russia un impianto chimico a Sumy e una densa nube di ammoniaca si sta riversando nell’atmosfera. L’allarme del governatore regionale Dmytro Zhyvytskyy è perentosio: c’è un serio pericolo di avvelenamento per i residenti che sono stati invitati a lasciare l’area o a ripararsi in zone al chiuso.

Via Telegram Zhyvytskyy ha spiegato che l’incidente, si è verificato nella struttura di Sumykhimprom.

Bombardato impianto chimico a Sumy

In quel sito di Sumy viene prodotta una una vasta gamma di fertilizzanti chimici e, intorno alla 4.30 del mattino ora locale, è stata segnalata la perdita di ammoniaca. A Reuters il governatore ha spiegato che l’area, entro un raggio di cinque chilometri, è da considerarsi di massimo pericolo. Per questo motivo Zhyvytskyy ha ingiunto ai residenti di cercare rifugio nei seminterrati o nei livelli più bassi degli edifici per evitare l’esposizione.

Un veleno ed anche un esplosivo

Il motivo è chiaro: “L’ammoniaca, che è esplosiva e tossica, è più leggera dell’aria, quindi rifugi, scantinati e piani inferiori dovrebbero essere utilizzati per la protezione”. Poi il governatore ha spiegato che per trovare scampo da esalazioni ed esplosioni (il fertilizzante nitrato di ammonio è uno degli ingredienti delle “bombe sporche” del terrorismo) “si possono anche scegliere i bagni e in particolar modo le docce, e respirare attraverso una benda umida (preferibilmente inumidita con una soluzione di acido acetico o citrico al 5%)”.

La zona colpita include anche i villaggi di Novoselytsya e Verkhnya Syrovatka. Pare che il vento stia facendo muovere la nube in direzione opposta a quella delle aree abitate.

Contents.media
Ultima ora