×

Stipendi da capogiro per i più famosi conduttori televisivi

Fazio, Conti, Clerici: stipendi da capogiro per i tre conduttori del preserale delle reti nazionali. Quasi 6 milioni di euro a stagione. Scopri come vengono spesi altri soldi dalle emittenti televisive.

Stipendi da capogiro
fazio

Stipendi alle stelle per i principali conduttori televisivi italiani! Un’indagine di Prima Comunicazione ha rivelato i guadagni più elevati dei “paperoni Rai” in occasione dei tagli previsti dell’azienda torinese. I più pagati sarebbero Fabio Fazio, Carlo Conti e Antonella Clerici – ma anche gli altri non sono da trascurare. Importanti anche i compensi dei tre conduttori di Sanremo 2018 Baglioni, Hunziker e Favino e dei conduttori Mediaset.

I più famosi conduttori televisivi

Le indagini di Prima Comunicazione svelano gli stipendi dei cosiddetti “paperoni della Rai”: si va dai più pagati come Fabio Fazio, Carlo Conti e Bruno Vespa, ai meno pagati come Luciana Littizzetto, Giancarlo Magalli e Milly Carlucci. Ma la lista è lunghissima, e anche le retribuzioni più basse sono molto significative agli occhi dei telespettatori.

I tre conduttori più pagati

I magnifici tre sono Fabio Fazio, Carlo Conti e Antonella Clerici.

Il conduttore savonese incassa ben due milioni di euro all’anno principalmente con la conduzione di Che tempo che fa, insieme alla torinese Luciana “Lucianina” Littizzetto. Carlo Conti, che nel febbraio del 2017 ha condotto il Festival di Sanremo nel ruolo di direttore artistico insieme a Maria De Filippi, riceve anche lui due milioni di euro all’anno. Inoltre, sempre nel 2017 ha condotto l’ottava edizione de I migliori anni, e dal settembre dello stesso anno conduce la settima edizione di Tale e quale show. La lombarda Antonella Clerici, storica conduttrice de “La prova del cuoco”, programma trasmesso a mezzogiorno su Rai 1, riceve intorno al milione e mezzo di euro all’anno.

Carlo Conti non solo conduttore

Il fiorentino Carlo Conti è anche un autore di libri.

A lui infatti fanno riferimento due produzioni. Noi che… I migliori anni: è il seguito naturale di “Noi che…” (Rai Eri) e contiene un’ampia selezione dei migliori sms ricevuti negli ultimi mesi dalla redazione dei “Migliori anni”. Un libro che, se letto con un occhio più accorto, spiega meglio di tanti saggi come eravamo e riesce a donarci un’intensa emozione. Carlo Conti è noto anche per un caso reso pubblico: in occasione della 67° edizione del Festival di Sanremo ha ammesso durante la conferenza stampa conclusiva della kermesse di aver donato 100 mila euro alla Protezione Civile per l’impegno nei confronti dei terremotati. Conti chiude il festival con un colpo di scena da applausi, sorprendendo tutti e spegnendo tutte le polemiche sui suoi compensi da capogiro.

Gli altri conduttori della Rai

Prima Comunicazione rivela anche gli altri stipendi non così bassi dei conduttori televisivi dell’azienda torinese.

Bruno Vespa, storico conduttore di Porta a Porta, riceve uno stipendio annuale di 1,3 milioni di euro. Segue con una lieve flessione Fabrizio Frizzi, che arriva ad incassare fino a un milione di euro con la conduzione dell’Eredità, dopo la sostituzione di Carlo Conti. Della stessa cifra è lo stipendio di Amadeus, storico conduttore del programma televisivo estivo “Reazione a catena”, ultimo a raggiungere il milione di euro annui; dal 2017 conduce i “Soliti Ignoti”, su Rai 1. Al di sotto del milione di euro annuo si collocano invece Luciana Littizzetto, che conduce “Che tempo che fa” insieme a Fabio Fazio, con 800mila euro, Giancarlo Magalli con il suo “I fatti vostri”, riceve 400mila euro. Infine, agli ultimi posti non meno sostanziosi della lista, si collocano Milly Carlucci, storica conduttrice di “Ballando con le stelle”, riceve 400mila euro, al pari di Salvo Sottile (di “Mi manda Raitre”), e Alberto Angela (“Ulisse – Il piacere della scoperta”).

Altri conduttori italiani superpagati

Anche i conduttori Mediaset però non se la passano male. Paolo Bonolis conduce nel 2018 la settima edizione di “Avanti un Altro”, quiz umoristico composto di una media di 140 puntate per stagione, in onda su Italia Uno. Gli ultimi dati a disposizione circa il suo stipendio parlano di circa 40mila euro a puntata. In totale, dunque, si superano i cinque milioni di euro stimati per la conduzione di una stagione del programma.

Gerry Scotti, leader di Mediaset per i quiz show, da “Passaparola” a “Chi vuol essere milionario”, vero uomo cult della televisione, adesso è impegnato con un format di recente creazione: “Caduta libera”, programma che si alterna ad “Avanti un Altro” in onda prima del telegiornale delle 20. Per la conduzione del game show preserale, Gerry Scotti guadagna ben 15 mila euro per ogni puntata. Anche in questo caso vengono registrate 150 puntate. Lo stipendio complessivo è quindi di 2 milioni e 250 mila euro. Il famoso programma televisivo è disponibile in versione gioco da tavolo, che ricalca le caratteristiche del game show con regole più sfidanti e divertenti. Per trascorrere una serata tra amici e imparare nuove cose, il gioco della Ravensburger garantisce un divertimento assicurato.

Simona Ventura, invece, avrebbe guadagnato ben 800 mila euro per la sua partecipazione come concorrente all’Isola dei Famosi, e uno stipendio annuale simile è registrato per la conduzione, nel 2017, delle due edizioni di “Selfie – Le cose cambiano”. Claudio Bisio, per la sua partecipazione alla ottava edizione di “Italia’s got talent” come giudice, insieme a Luciana Littizzetto, Frank Matano e Nina Zilli, avrebbe ricevuto un compenso a puntata di 200mila euro. Alessia Marcuzzi, infine, riceverebbe cachet di ben 90 mila euro ad ogni puntata dell’Isola dei Famosi.

Spese folli della televisione

Un’inchiesta di Tv Blog ha svelato quali sono i programmi più costosi: lo show diretto da Fiorello,”Il più grande spettacolo dopo il week end”, è costato alla Rai 3,5 milioni di euro, in gran parte per lo stipendio del conduttore, per gli ospiti e per la scenografia. Oltre alle spese per gli stipendi dei conduttori, le maggiori emittenti televisive pagano profumati cachet per gli ospiti dei programmi. Un giro di “rimborsi” e cachet che riguarda personaggi dello spettacolo e anche qualche giornalista e politico, anche se per la maggior parte partecipano ai programmi gratuitamente. Alcuni esempi sono i 20 mila euro sborsati da Mediaset per ogni partecipazione di Claudio Amendola al “Grande Fratello” o i 5 mila per avere Vladimir Luxuria. Altre spese molto onerose, che riguardano soprattutto i programmi di intrattenimento, sono quelle pagate alle produzioni esterne per il diritto di messa in onda, conduttore, regista e scenografia. Stando a quanto riportato da Repubblica per “Affari tuoi”, a causa dell’alto numero di puntate nell’access prime time, la Rai paga circa 7 milioni di euro a Endemol, società produttrice di format, famosa in tutto il mondo per aver prodotto il “Grande Fratello”.

Compensi conduttori Sanremo 2018

Le fatiche del Festival più famoso della televisione italiana non sono state vane: i conduttori Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, infatti, hanno racimolato un lauto compenso per la loro attenta partecipazione, rivelato sulle pagine del Corriere della Sera a pochi giorni dalla chiusura di Sanremo. Claudio Baglioni, per il suo ruolo di direttore artistico, avrebbe ricevuto un compenso di 600 mila euro: un sacco di soldi, che dovranno essere contenuti, a detta di molti, in un caveau. La Hunziker invece si piazza al secondo posto, dato che avrebbe ricevuto un somma oscillante tra i 400 mila e i 500 mila euro per la sua attenta conduzione. Favino avrebbe incassato invece un cachet netto di 300 mila euro. In totale la Rai avrebbe speso, per i soli tre concorrenti, dal milione e 300 mila euro, al milione e 400 mila euro.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche