> > Boomerissima, frase a "doppio senso" di Marcuzzi sulle assenze a scuola: il ...

Boomerissima, frase a "doppio senso" di Marcuzzi sulle assenze a scuola: il dettaglio non sfugge

Boomerissima Cucciari Marcuzzi

Momento di ilarità a Boomerissima. Alessia Marcuzzi e Geppi Cucciari hanno ricordato i vecchi tempi, ma un dettaglio non è passato inosservato.

Nella terza puntata di Boomerissima andata in onda il 24 gennaio su Rai 2 è arrivato in studio un personaggio davvero amatissimo.

Si tratta della conduttrice e cabarettista Geppi Cucciari. Quest’ultima ha ricordato con la conduttrice Alessia Marcuzzi “i vecchi tempi”. Proprio in questi frangenti Alessia Marcuzzi si è fatta sfuggire una frase dai risvolti a “doppio senso” sulle assenze a scuola e il dettaglio non è certo passato inosservato.

Boomerissima, siparietto tra Geppi Cucciari e Alessia Marcuzzi

Geppi Cucciari è stata accolta da Alessia Marcuzzi. Le due, nel corso della loro chiacchierata, hanno avuto modo di portare in superficie alcuni ricordi legati ad oggetti simbolo del passato ed in particolare degli anni ’80 e ’90.

Tra questi una schedina telefonica o ancora una banconota da 10mila lire. Ad un certo punto Geppi Cucciari ha “tirato fuori dal cilindro” un altro oggetto della giovinezza di moltissimi italiani ossia il libretto per le giustificazioni delle assenze e dei ritardi. La cabarettista ha chiesto a questo punto come si dicesse in gergo “saltare” la scuola: “Da noi si diceva ‘fare vela’”. Immediata la risposta di Alessia Marcuzzi: “Qui a Roma si diceva ‘fare sega’”.

“Che eleganza!”, sono state infine le parole di Geppi Cucciari divertita.

Gli ospiti della terza puntata

Nel frattempo sono diversi i nomi di spicco che abbiamo visto in questa terza puntata. Tra questi Mietta, ma anche Francesco Paolantoni, Giorgio Mastrota e Geppi Cucciari che hanno composto la squadra dei boomer. Hanno invece formato il team dei millennial Pierpaolo Spollon, Riki e Lodovica Comello.

Arrivati inoltre in studio come ospiti Nek, la regina della disco degli anni ’90, Corona e Rocco Hunt.