×

Borse asiatiche in rosso

Condividi su Facebook

Mercati azionari asiatici negativi questa mattina in scia ancora una volta ai timori che la crisi greca possa avere ripercussioni sulla stabilita’ dell’Unione Europea e di conseguenza sull’Euro. La decisione da parte della Germania di bloccare le vendite allo scoperto sui principali titoli del comparto finanziario, oltre ai bond governativi ed ai relativi cds (credit default swap), a partire dalla giornata di oggi, ha creato nuove tensioni sul mercato azionario, spingendo il Nikkei fino a quota 10186,84 punti in ribasso dello 0,54% mentre il Topix ha praticamente annullato i guadagni da inizio anno cedendo in chiusura lo 0,36% a 910,64 punti riuscendo comunque a recuperare terreno dai minimi di giornata.

Sotto pressione dunque i titoli del comparto finanziario oltre a quelli delle societa’ esportatrici soprattutto verso l’Europa, dopo che l’ euro ha perso ulteriore terreno nei confronti delle altre principali valute portandosi contro yen fin sotto quota 111,50 dai 114,40 del giorno precedente.

Sul fronte macroeconomico invece e’ stato positivo il dato rilasciato questa mattina sulla Produzione Industriale che a marzo e’ stata rivista al rialzo dell’1,2% rispetto ad una prima lettura pari a +0,3% su base mensile. Su base annuale lo stesso indicatore e’ salito del 31,8%. In crescita anche la capacita’ di utilizzazione degli impianti che a marzo e’ stata pari a +0,6% rispetto ad un valore invariato a febbraio. In calo tra le altre piazze azionarie asiatiche Hong Kong, Singapore e Seul che cedono l’1% circa mentre Shanghai e’ poco mossa.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche