×

Botta e risposta tra madre e figlia. La 14enne: “Faccio sesso per voglia”

Fa parlare sui social il botta e risposta tra madre e figlia in merito a sesso, droga e divertimento in generale. Interviene anche il padre.

sesso

Rompe il silenzio una giovane adolescente. Lo fa con un post su Facebook rivolto alla sua mamma e a quella che chiama in generale “la gente”. Lo sfogo della teenager arriva dopo la denuncia della madre, una nota cantante napoletana. La donna, in una lunga intervista a un noto quotidiano locale, ha chiesto aiuto per la sua bambina e ha puntato il dito contro il mondo della notte nel quale la figlia sarebbe finita. Un universo fatto di sballo, tra droga, alcool e sesso a pagamento. Quello della mamma è stato un grido di allarme lanciato anche per mettere in guardia altri genitori. La conseguenza potrebbe essere il trasferimento della 14enne nella comunità terapeutica di San Patrignano.

Il post della giovane rivolto alla madre

«Una volta per tutte – inizia la ragazza – cara mamma, come vedi, la gente ragiona un po’ più di te.

Che stai a perdere tempo appresso ai giornali». La giovane, che non ha certo mostrato paura a rivelare la sua fragilità, parla della sua scelta, a suo dire consapevole. «Come sai, ho deciso di cambiare». Non solo: la ragazzina, risentita per la scelta della madre di denunciare apertamente la sua vicenda, ha mostra parole di apprezzamento per lo forzo di rimediare. «Dopo questa figuraccia hai deciso di scusarti e ti sei resa conto che la colpa non era tutta mia. Magari questa lezione mi avrà insegnato qualcosa. Ma arrivare a questo punto è stato tragico. Sono fragile e lo sai che amo solo te mamma, nonostante tutto».

Fin qui le parole della giovane 14enne per la propria madre sono piene di affetto.

Ma il tono cambia quando si rivolge alla “gente”. La ragazzina punta infatti il dito contro i commenti generalisti. «Avete tanto da parlare anche non sapendo i fatti come stanno davvero. Penso abbiate tempo da perdere. Non vi biasimo, ma come minimo prima di giudicarmi guardate voi stessi». Poi ecco il chiarimento, evidenziato a caratteri cubitali: «Non mi sono mai venduta per della droga. Se devo avere un rapporto di sesso, lo faccio per voglia, non per droga».

La risposta della mamma

Centinaia sono stati i messaggi di incoraggiamento postati dagli amici della giovane napoletana. Tra questi anche quello della madre. Che nel rivendicare la scelta di denunciare la figlia, le ha anche aperto il suo cuore. «Scusami se ti ho ferita, non volevo questo.

Volevo solo farti capire che non rispetti il mio dolore. Ti adoro». Ma a dire la sua è stato anche il padre della 14enne. Che ha affidato a un accorato quanto lungo commento tutto il suo affetto per la giovane. «Cara adorata figlia mia, con questa tua “esternazione” ancora una volta dimostri la tua voglia di trasparenza, di sincerità e di chiarezza».

L’accorato messaggio del padre della ragazzina

L’uomo ha quindi stigmatizzato la vita notturna della teenager denunciata dalla madre. «Ciò che hai fatto in modo irresponsabile, nel provare a utilizzare sostanze nocive, lo hai con grande sincerità ammesso e raccontato. Mentre la storia di “vendersi per la droga” è ancora da chiarire». Al tempo stesso, però, si è mostrato comprensivo nella scelta della moglie di denunciare quanto stava accadendo. «Non colpevolizzo, non accuso, non punto il dito contro tua madre».

Nelle parole dell’uomo a emergere è soprattutto l’ammirazione per il coraggio della figlia. Per la sua voglia di andare avanti nonostante la brutta storia del sesso a pagamento. «Tutti noi, esseri umani, siamo forti spesso, ma, talvolta, fragili. Lo sei tu, forte, fortissima, adesso, con questa voglia di mettere le cose in chiaro». Il padre ribadisce infine che non tutti i mali vengono per nuocere.

«Se tanti amici si sono mostrati solidali e pronti a sostenerci, fra qualche tempo potremo ragionare su questa fase della nostra vita come a qualcosa che ci ha fatto crescere, rendendoci più forti. Sarai una donna con un’esperienza di vita e un bagaglio così importante da diventare un riferimento per tante altre persone».


Contatti:

Contatti:

Leggi anche