×

Brasile ed Argentina unite dai ct

Condividi su Facebook

Dal Mondiale del Sudamerica e dei ct improvvisati, a quello della tradizione. È durato lo spazio degli ottavi di finale il momento di gloria del calcio latino americano, rimasto con una sola rappresentante, la meno qualificata del lotto, nelle quattro semifinaliste. Sempre meglio di quattro anni fa, comunque, quando in Germania le prime quattro furono tutte del vecchio continente.

È la prima volta nella storia che Brasile ed Argentina falliscono insieme l’accesso alle semifinali per due mondiali consecutivi. E per molti la colpa è da attribuire, più che a giocatori di indubbio talento, a due commissari tecnici discussi. Dunga e Maradona escono dalle ossa rotte dalla rassegna iridata: sono loro i primi imputati dei rispettivi fallimenti. Tra le accuse principali non solo le convocazioni ma soprattutto errori che sarebbero imperdonabili per tutti, non per chi prima non aveva mai fatto l’allenatore.

Aver tolto, sull’altare degli equilibri e della forza difensiva, fantasia ed imprevedibilità al Brasile e non aver saputo dare un gioco all’Argentina, che si è basata solo sulla forza dei singoli, tuttavia frenati dalla totale mancanza di equilibri sono le colpe che affossano Dunga e Maradona.

Ma in patria i loro destini sono opposti: offeso ed umiliato Cucciolo, idolatrato Diego, come se i Mondiali li avesse vinti.

“Colpa” delle diverse aspettative che si avevano sulle due eterne rivali, favorito d’obbligo il Brasile, incognita l’Argentina: rivali, ma ora accomunate dal dover guardare gli altri sollevare la Coppa.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche