Brescia: esonerato Scienza, arriva Calori - Notizie.it
Brescia: esonerato Scienza, arriva Calori
Calcio

Brescia: esonerato Scienza, arriva Calori

Undicesimo esonero in Serie B, neppure a metà stagione. L’ultima vittima è Beppe Scienza, sollevato dall’incarico dal presidente Corioni nella tarda mattinata di lunedì, all’indomani della seconda sconfitta interna consecutiva delle Rondinelle contro il Livorno. Fatale quindi all’ex centrocampista di Torino e Reggiana la tredicesima partita senza vittorie, che ha relegato la squadra in quint’ultima posizione. Al suo posto è stato chiamato Alessandro Calori, 45 anni, che ha firmato un contratto fino al giugno 2012: Calori torna in panchina nove mesi dopo l’esonero subito lo scorso 15 marzo, il giorno seguente al pesante ko nel derby contro il Cittadella che fece da preludio alla promozione dalla Primavera di Alessandro Dal Canto, con la ben nota cavalcata dei biancoscudati terminata solo nella finale playoff. Calori torna al Rigamonti dove aveva giocato due brillanti stagioni di Serie A, sotto la guida di Carlo Mazzone, tra il 2000 ed il 2002.

Il suo esordio avverrà venerdì sera nella più inaspettata delle sfide-salvezza, quella al Picchi contro il Livorno, altra squadra in crisi.

Una parabole triste e per certi versi incredibile quella di Scienza: il suo Brescia, infatti, era stata una delle maggiori sorprese di inizio stagione, alla luce di un’estate difficilissima in cui non era stato effettuato un solo acquisto, limitandosi a rinforzare l’organico retrocesso dalla B, e privato di elementi come Caracciolo e Diamanti, con il ritorno di giovani prestiti. Eppure dopo quattro giornate il Brescia era in testa con dieci punti insieme a Padova e Torino. La bella favola è però durata poco: il tutto prese inizio proprio dalla sconfitta in casa del Padova, la prima stagionale, alla 9° giornata il 9 ottobre. Due settimane prima era arrivata l’ultima vittoria, il 2-0 al Cittadella del 24 settembre: sono seguiti cinque pareggi e ben otto sconfitte, ma soprattutto l'”incapacità dell’allenatore di infondere personalità ai tanti giovani in rosa“, come ha detto il dt Maifredi dopo la partita contro il Bari.

Queste invece le parole di Corioni: “Non avrei mai voluto esonerare Scienza perchè ha grandi qualità: ad inizio stagione giocavamo da favola, ma ora la situazione è insostenibile“. A Calori Corioni chiede solo la salvezza. Poi si vedrà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche