Brescia, investe il figlio di 4 anni facendo retromarcia
Investe figlio di 4 anni facendo retromarcia
Cronaca

Investe figlio di 4 anni facendo retromarcia

ambulanza

Immane tragedia a Brescia, dove una donna ha investito accidentalmente con la propria auto il suo bimbo di 4 anni, che è morto qualche ora più tardi.

Tragedia a Brescia: una madre, facendo retromarcia con la propria auto nel cortile di casa, investe il suo bambino di 4 anni, uccidendolo. Il piccolo, Giorgio Trombadore, è spirato qualche ora più tardi. Choc in città.

I dettagli

La donna, Maria Luisa, che lavora come farmacista nel centro di Brescia e vive con la famiglia in via San Francesco di Paola ai Rochi, ha accidentalmente investito suo figlio con la propria Nissan X-Trail, un Suv. Accortasi del tragico errore, ha gridato tanto che l’ha sentita tutto il quartiere. Già prima che arrivassero i soccorsi, un vicino di casa medico, ha cercato di tenere in vita il piccolo Giorgio, che respirava ancora, poi sono giunte sul posto ambulanza e automedica, il bambino è stato portato di corsa all’Ospedale Civile di Brescia in codice rosso ed è stato Ricoverato nel Reparto di rianimazione pediatrica.

I soccorritori

Il padre del piccolo, Gianluca Trombadore, è un noto avvocato, che, avvisato, è corso a casa dal lavoro e poi nell’ospedale in cui era stato ricoverato Giorgio.

L’automobile della moglie è stata sequestrata e probabilmente sul corpo del bambino sarà effettuata l’autopsia. Si tratta di un atto dovuto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche