×

Brescia, maltrattamenti su una bimba disabile: carabiniere interviene e la porta via in braccio

Prima il cambio di umore, poi i lividi sul corpo: dopo le segnalazioni dei genitori, è stato necessario l'intervento dei Carabinieri. Arrestata la maestra.

Brescia maltrattamenti bimba disabile

Non si fermano i maltrattamenti a danno dei soggetti più fragili. Sono molte le denunce di violenze nelle rsa, fino ai maltrattamenti nei confronti dei più piccoli da parte di chi dovrebbe amarli e prendersi cura di loro. L’ultima notizia arriva da Brescia, dove una bimba disabile è stata vittima di maltrattamenti: fondamentale l’intervento dei Carabinieri.

Brescia, maltrattamenti nei confronti di una bimba disabile

Prima un evidente cambiamento dell’umore, poi i segni di violenza sul suo corpicino: immediatamente allarmati per la situazione, i genitori della bambina hanno sporto denuncia rivolgersi ai Carabinieri di Brescia, il cui intervento è stato provvidenziale, mettendo fine all’incubo vissuto dalla bimba.

Subito avviate le indagini, nella struttura sono state installate telecamere ambientali occultate, che hanno registrato ciò che accadeva tutti i giorni all’interno dell’aula, confermando quanto denunciato dai due genitori.

Durante l’orario scolastico, un’assistente avrebbe commesso diverse violenze fisiche nei confronti della bambina. La minore veniva strattonata e schiaffeggiata. La maestra le tirava i capelli e le dava i pizzicotti. Su disposizione del pubblico ministero titolare dell’inchiesta, Alessio Bernardi, i Carabinieri sono intervenuti in flagranza di reato. L’assistente scolastica è stata subito allontanata e poi portata in carcere. Un militare si è avvicinato alla bambina, che era sola in un angolo.

La piccola lo ha abbracciato ed è stata accompagnata fuori dalla classe.

La donna, accusata di maltrattamenti pluriaggravati e lesioni aggravate a danno di un minore con disabilità, si trova in carcere a Verziano.

Contents.media
Ultima ora