Brescia: svolta nell'omicidio dei coniugi Seramondi, arrestati due stranieri
Brescia: svolta nell’omicidio dei coniugi Seramondi, arrestati due stranieri
Cronaca

Brescia: svolta nell’omicidio dei coniugi Seramondi, arrestati due stranieri

Secondo il procuratore capo di Brescia, ci sarebbe la confessione piena dei due assassini che avrebbero massacrato Francesco Seramondi e Giovanna Ferrari nella pizzeria ‘Da Frank’ a Brescia. “Abbiamo raccolto la confessione piena di chi ha commesso il duplice omicidio – ha dichiarato il procuratore capo – gli autori sono gli stessi dell’agguato di un mese fa ai danni del dipendente dei Seramondi”.

Ma la confessione non avrebbe convinto il procuratore Luigi Maria Dell’Osso per i metodi utilizzati per compiere l’omicidio, tipici delle ‘criminalità organizzata’.

Ad uccidere sarebbe stato il pakistano Muhammad Adnan titolare del negozio ‘Dolce e salato’ rilevato da Seramondi, e l’indiano Sarbjit Singh, le cui tracce sono state rinvenute all’interno dei locali dopo la sparatoria. Curioso il fatto che Adnan avesse rilasciato delle dichiarazioni ai giornalisti subito dopo l’omicidio, lamentando la ‘scarsa sicurezza’ del quartiere, mentre avrebbe ripreso con il telefonino l’arrivo dei poliziotti sul luogo dell’omicidio.

Leggi anche