Brogli elettorali in Sicilia: arriva il video della compravendita dei voti
Brogli elettorali in Sicilia: arriva il video della compravendita dei voti
Politica

Brogli elettorali in Sicilia: arriva il video della compravendita dei voti

Brogli elettorali
Brogli elettorali in Sicilia, spunta il video che conferma i sospetti attorno alla compravendita di voti nelle recenti elezioni.

Brogli elettorali in Sicilia, spunta il video che conferma i sospetti attorno alla compravendita di voti nelle recenti elezioni.

Già fin dalla vittoria di Musumeci, il candidato del M5S Cancelleri, aveva evocato lo spettro dei brogli elettorali. Evocato si, e a una certa breve distanza, pare, testimoniati da alcuni video che girano sui Social. I video parlavano di persone allettate o già da tempo morte che risultavano sui registri aver votato. A seguito di simili notizie la Procura di Catania, tramite il pm Fabio Saponara, ha aperto una inchiesta per far luce sulla vicenda. A pubblicare il video su FB, un paio di settimane fa, fu Ignazio Corrao, eurodeputato del M5S. Il caso fece parecchio scalpore. In quella occasione vennero chiamati in voti andati al candidato PD, Luca Sammartino, record-man con 32.299 voti raccolti nel catanese. Il candidato PD si schernì delle accuse definendole “Macchina del Fango“. Sul caso, avverte Minniti, Ministro dell’Interno, è in corso una indagine della Digos.

A gettar benzina sul fuoco giunge in queste ore un nuovo video, mandato in onda dal programma “Le Iene“. Il nuovo video testimonierebbe di una compravendita di voti avvenuta sempre nel catanese.

A finire interrogato dagli inviati delle Iene, il neo eletto deputato catanese di FI Antonio Castro, il quale si è detto ignaro e inconsapevole di essere oggetto del meccanismo dei brogli elettorali.

Brogli elettorali in Sicilia

A denunciare il meccanismo che vede protagonista il deputato Ars Castro, il video delle Iene che da ieri spopola sul web. Ma come funziona il sistema del broglio? Stando al video, i voti vengono comprati da un intermediario per il politico di turni. Compra un pacchetti di voti che l’intermediario maggiore a sua volta recupera da dei galoppini. Questi a loro volta comprano i voti direttamente dagli elettori. Tra galoppini e il politico che gode di questo meccanismo non c’è quasi mai una diretta relazione. Un meccanismo torbido e intrigato, che basa la propria riuscita sulla fiducia. Dal video il costo del singolo voto comprato risulta essere di 50 euro netti.

Dalle pagine del blog di Beppe Grillo intanto, tuona lo sconfitto Cancelleri.

Invoca un esame di coscienza per tutti coloro che hanno usufruito e goduto del servizio resogli. Servizio che ha macchiato con l’inganno il risultato delle elezioni siciliane. Probabilmente questa piccola vicenda non è che la punta di un gigantesco iceberg, l’entrata a un mondo sotterraneo che pochi non addetti ai lavori conoscono. Continua a difendersi Cancelleri chiedendo le scuse di chiunque avesse schernito lui e Di Maio quando chiesero l’intervento dell’OCSE per monitorare le elezioni in Sicilia. Già poco prima dello spoglio (avvenuto il giorno successivo al voto), Cancelleri aveva dichiarato pubblicamente i propri dubbi sulla genuinità delle operazioni.

Un vizio, quello dei brogli elettorali, quasi fisiologico. Non è però un vizio generalizzato: non si può fare di tutta l’erba un fascio. Cancelleri confida che il materiale giunga nelle mani dei Magistrati che sapranno fare il loro dovere. Questo il suo augurio.

Il video delle Iene

La parola al video delle Iene.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche