Bruce Campbell, l’uomo che vive in un ex aereo abbandonato
Lifestyle

Bruce Campbell, l’uomo che vive in un ex aereo abbandonato

Confort
Bruce Campbell nella sua casa-aerea.

La storia di Bruce Campbell, ex ingegnere elettrico americano oggi 64enne che ha trasformare un vecchio Boeing 727 – 200 in una casa nel bosco.

Casa aerea in un bosco

Si può riutilizzare un aereo in disuso? Certamente, secondo un ex ingegnere elettrico americano, Bruce Campbell, 64 anni, che ha recuperato un velivolo in modo davvero originale: facendone la sua casa. Ci ha impiegato ben 15 anni – lavorando di notte e nei week-end – e ha speso 220.000 dollari, però ce l’ha fatta, e da molto tempo vive in un Boeing 727 – 200 situato in un bosco nella zona di Portland, la città più grande dello Stato dello Oregon. Per Campbell “un aereo non dovrebbe essere mai demolito”, come altrimenti sarebbe stato quello, perciò gli è venuta l’idea, tanto più che la casa mobile dove viveva prima, era stata irrimediabilmente infestata dai topi. Dopo aver ottenuto i permessi necessari, l’uomo vive stabilmente in aereo sei mesi all’anno, mentre per il resto abita in Giappone.

bruce campbell (2)

bruce campbell

bruce campbell2

Le sue dichiarazioni

Vita sull'aereo

Bruce Campbell ha definito gli aerei di linea “opere magistrali di scienza aereospaziale”, spiegando che sono molto resistenti e durevoli nel tempo, in grado di sopportare tempeste e terremoti. Inoltre ha precisato che è molto facile tenere puliti gli interni.

Vita sull'aereo

bruce campbell1

E’ davvero entusiasta del suo modus vivendi, che paragona a vivere “in un grande giocattolo con all’interno altrettanti giocattoli”, le sue parti. Il Boeing si trova su un terreno di proprietà di Campbell grande oltre 10 mila ettari e ha come basi dei pilastri di cemento. Diverse zone sono arredate, complete di camera da letto, salotto, e cucina dotata di forno a microonde e tostapane. Inoltre Bruce Campbell ha trasformato la cabina di guida in una comoda e silenziosa sala di lettura, mentre la carlinga – la parte anteriore della fusoliera, che ospita alcune installazioni dell’aereo e ospitava l’equipaggio – è ora un bagno con box doccia, mentre il WC è quello del velivolo.

Azione sull'aereoIl costo di tutto questo non è stato indifferente: 100 mila dollari per l’acquisto del Boeing – avvenuto nel 1999 – più altri 120 mila, ovviamente per un totale di 220 mila dollari, ma pare che Campbell sia riuscito a far diventare realtà ciò che è accaduto nella premiatissima serie televisiva americana in 6 stagioni “Lost”, ideata da Jefferey Jacob (J.J.) Abrams, Damon Lindelof e Jeffrey Lieber e trasmessa dal 2004 al 2010. I protagonisti erano i passeggeri di un aereo che si sono adattati a vivere lì dopo che il mezzo su cui viaggiavano è andato fuori rotta, schiantandosi su un’isola apparentemente deserta. I personaggi sono entrati in relazione tra loro, facendo anche emergere segreti inconfessabili con cui hanno dovuto in prima persona fare i conti. L’unica cosa con cui invece deve farli l’ingegnere, è l’interesse mediatico, del quale tuttavia sembra soddisfatto.

bruce campbell2

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche