Brumotti, l'inviato di Striscia minacciato e aggredito a Roma
Brumotti, l’inviato di Striscia minacciato e aggredito a Roma
Roma

Brumotti, l’inviato di Striscia minacciato e aggredito a Roma

aggressione brumotti
aggressione brumotti

Brumotti, l'inviato di Striscia minacciato e aggredito a Roma. l'iviato di striscia aggredito nel quartiere di San Basilio a Roma

Ancora paura per Vittorio Brumotti. L’inviato di Striscia la Notizia è stato nuovamente aggredito, ma questa volta a Roma. Brumotti sta seguendo un’inchiesta che si rivolge all’intero Stivale, un’inchiesta riguardante lo spaccio di droga nei centri italiani. Ad aggredirlo, probabilmente affiliati alla Camorra.

Paura a Roma

L’inviato in bici, Vittorio Brumotti è stato nuovamente aggredito, questa volta nella Capitale. Brumotti sta seguendo un’inchiesta sulla droga e il suo spaccio che lo tiene occupato in tutta Italia. La tappa romana gli avrebbe riservato delle spiacevoli sorprese. Brumotti, infatti, dopo essere giunto nel quartiere San Basilio, in via Carlo Tranfo, all’angolo con via Luigi Gigliotti, è stato preso in agguato.

Appena messo piede giù dal furgoncino, Brumotti e la sua troupe sono stati accolti da due colpi d’arma da fuoco. Subito dopo un uomo con il volto coperto da un passa montagna gli è andato in contro correndo e ha lanciato loro un mattone che ha ferito alla gamba uno dei cameramen.

Lo staff è stato quindi costretto a ritirarsi sul mezzo e a fuggire

Una spiacevole avventura, quella di Brumotti. La tecnica di Brumotti rimane comunque ironica e satirica, come lo stampo dell’intero programma firmato Antonio Ricci, ed è per questo che la sua arma di denuncia è un megafono. Un megafono con il quale, Vittorio ha generato disturbo, ottenendo dalle famiglie italiane che ‘gesticono’ l’area diinfluenza camorrista, un ‘caloroso’ benvenuto. Queste famiglie italiane che si occupano dello spaccio a San Basilio, non solo sarebbero di influenza camorrista, ma avvierebbero la loro attività illecita alla luce del sole

A Bologna

Non sarebbe la prima volta che Brumotti viene aggredito per un servizio. Gli inviati e i cameramen di Striscia la Notizia sono, in realtà, ‘abituati’ alle agressioni, all’essere picchiati con borse, microfoni e qualsiasi altra cosa capiti tra le mani degli intervistati. Alcune aggressioni sono state più gravi di altre, e di queste ne sa qualcosa proprio Vittorio Brumotti.

Qualche giorno fa, sempre per lo stesso tour in giro per l’Italia per disturbare il traffico di stupefacenti, è stato aggredito nel parco della Montagnola di Bologna.

In quell’occasione, all’inviato in bici di Striscia è stato riservato un clamoroso benvenuto dai pusher bolognesi, che nel parco lo hanno prima aggredito e poi rapinato.

brumotti si era finto interessato alla merce dei pusher e appena ottenuta la contrattazione, aveva estratto il megafono per denunciare l’accaduto a tutta la pubblica piazza. Ma lui e il suo staff sono stati accerchiati da molti immigrati che hanno rubato le telecamere e sono fuggiti via. Gli inquirenti avrebbe già aperto le indagini.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche