Bufera su Nadia Toffa: "Il cancro è un dono"
Bufera su Nadia Toffa: “Il cancro è un dono”
Lifestyle

Bufera su Nadia Toffa: “Il cancro è un dono”

Bufera su Nadia Toffa, la Iena: "Il cancro è un dono"

Nadia Toffa è finita al centro del mirino di un'ondata di polemiche sui social network per aver paragonato il tumore a un dono.

“Il cancro è un dono, un’occasione, un’opportunità”. Nadia Toffa è finita al centro del mirino di un’ondata di polemiche sui social network. Motivo? Il messaggio che la Iena ha pubblicato in accompagnamento alla presentazione su Instagram del suo nuovo libro. Il popolo del web sarebbe in rotta di collisione con la giornalista e conduttrice per la presunta superficialità che la donna avrebbe dedicato alla gravità del tumore. La Toffa si difende, ma la bufera non si starebbe placando.

Una “sfiga”?

“Ecco qui ragazzi, in questo libro vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il cancro, in un dono“. Le prime 2 righe del messaggio per Instagram lanciano la provocazione. Il cancro non sarebbe una “sfiga”, ma un’opportunità. Un incipit spiazzante di cui la giornalista Nadia Toffa si serve per presentare il proprio libro Fiorire d’Inverno. Un titolo che troverebbe la sua giusta contestualizzazione, adottandolo come metafora di ciò che le persone malate di tumore patiscono.

Per i malati il tumore sarebbe l’inverno contro cui provare a fiorire, cioè riemergere dal periodo più difficile della propria vita, spiega la Toffa. Invece, prosegue l’autrice, cambiando prospettiva, questo potrebbe essere il momento più promettente, anzi “Più speciale e unico”. Come fare a capovolgere la prospettiva? Basta leggere il libro. E in chiusura di promozione, la Toffa lancia un ultimo incoraggiamento: “Se ci sono riuscita io… ci può riuscire chiunque“.

La polemica

Il messaggio della Toffa forse vorrebbe essere incoraggiante. Magari un invito a guardare la classica “altra faccia della medaglia”. Eppure non sarebbero suonate proprio così le sue parole al popolo del web. Sui social network sono in molti ad aver dato voce alla polemica. Non di rado, può capitare che seguendo il flusso di hashtag dedicati alla giornalista scrittrice, sia possibile imbattersi in post come questo: “Non credo che mia madre pensasse di avere un “dono” quando aveva paura di non poter tornare più a casa… non lo pensava neanche chi non ce l’ha fatta. Ognuno ha il diritto di parlare della propria esperienza ma senza dire assurdità”. Il problema, sosterrebbero gli internauti, è il paragone del tumore a un dono. La provocazione potrebbe anche aver avuto l’effetto si suscitare una reazione, ma potrebbe, stando alle risposte degli utenti, rivelarsi controproducente: “Se disgraziatamente ti ammali di cancro, il dono è la speranza di guarigione che ti aiuta ad andare avanti. Non leggerò il tuo libro, non condivido la sintesi con cui hai abbinato le due parole”. La Toffa, dal canto suo, si difende citando Einstein: “Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo. Una persona sta magari facendo una cosa che tutti dicono impossibile e arriva uno che non si fa i fatti suoi. Lo ferma e ferma l’invenzione del secolo”.

Ricordiamo che su Amazon è possibile acquistare il libro di Nadia Toffa “Fiorire d’inverno. La mia storia” disponibile sia in versione kindle sia in formato cartaceo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Seduta Massaggiante Diadora
39.95 €
179 € -78 %
Compra ora
Google Pixel 2 XL 64GB Nero - Just Black
461 €
Compra ora
Andrea Danneo
Andrea Danneo 258 Articoli
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in Lettere moderne a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.