Buffon lascia la Juve, ma non dice addio al mondo del calcio
Buffon lascia la Juve, ma non dice addio al mondo del calcio
Sport

Buffon lascia la Juve, ma non dice addio al mondo del calcio

Buffon annuncia l'addio alla Juve ma non al calcio
Buffon annuncia l'addio alla Juve ma non al calcio

Addio alla Juve per Gigi Buffon, capitano bianconero, dopo 17 ani nella squadra. Ma resterà nel mondo del calcio.

Per la Juventus è la fine di un’era, quella del capitano Buffon. Il portiere bianconero ha annunciato ufficialmente che lascerà la squadra dopo la partita di sabato 19 maggio. Ha anche annunciato che fino a un paio di settimane fa era intenzionato ad abbandonare definitivamente il mondo del calcio, ma una recente proposta lo ha fatto tornare sui suoi passi. “Dopo due o tre giorni di riflessioni prenderò la decisione definitiva e certa che alla fine sarà quella di seguire ciò che urla la mia indole e la mia natura”.

Buffon, addio alla Juventus

Gianluigi Buffon ha preso la sua decisione: lascerà la Juventus dopo la partita di sabato 19 maggio. Una scelta annunciata durante la conferenza stampa in cui è stato affiancato da Andrea Agnelli, presidente della squadra, e da Giorgio Chiellini, che lo sostituirà nel ruolo di capitano. In porta, al suo posto, ci sarà invece Szczesny.

Un addio difficile per Buffon, per i tifosi e per tutta la squadra.

Il primo a dirlo è proprio il presidente Agnelli, legato al portiere da profondo affetto e amicizia dopo tanti anni insieme. “Oggi ci tengo a dire solo una cosa, grazie Gigi per questi 17 anni straordinari“, ha dichiarato durante la conferenza stampa.

Anche Buffon ha espresso una grande riconoscenza per gli anni trascorsi con la maglia bianconera. “Questa è una giornata particolare, ci arrivo con tanta serenità e felicità e appagamento”, ha affermato. “Sabato sarà la mia ultima partita con la Juventus e credo che sia il modo migliore per finire questa avventura: la mia paura era di arrivare alla fine da sopportato o da giocatore col motore fuso. Posso dire che non è cosi e sono orgoglioso di aver potuto esprimere il mio meglio in campo il mio valore”.

Il futuro di Buffon

La domanda sorge spontanea: cosa farà Buffon dopo l’addio alla squadra con cui ha giocato per tanti anni? Il capitano non ha ancora risposte certe.

Sabato giocherò una partita e questa è l’unica cosa certa che so di fare“, ha commentato, aggiungendo di essere ancora incerto su cosa accadrà dopo quel momento. Sicuramente non sarà presente in campo per il match Italia-Olanda del 4 giugno.

Certo, appendere la maglia bianconera al chiodo non è semplice. “Penso che innanzitutto serva un periodo di formazione e di presa di coscienza di ciò che vuol dire stare all’esterno del prato verde, il tipo di indirizzo specifico da prendere”. Ammette di essere in un momento particolare, ma di affrontarlo con serenità. “Per il futuro devo dire che non ho paura, un po’ di incertezza come succede a chi fa grandi cambiamenti”.

Un nuovo club

Non nasconde di aver inizialmente pensato di abbandonare completamente il mondo del calcio. “Fino a quindici giorni fa era acclaratamente risaputo che avrei smesso di giocare”. Ma una proposta lo ha portato a rivalutare la decisione e a prendersi del tempo per riflettere sul proprio futuro, e pare che la proposta provenga proprio dal presidente Agnelli.

Sono arrivate delle proposte e delle sfide stimolanti sia in campo che fuori dal campo e la più importante fuori dal campo me l’ha fatta pervenire proprio Andrea. Dopo due o tre giorni di riflessioni prenderò la decisione definitiva e certa che alla fine sarà quella di seguire ciò che urla la mia indole e la mia natura”.

E la sua natura è quella di un vero campione. “Sono un animale da competizione e nel contesto di campionati di terza o quarta fascia non potrei vivere e non mi sentirei a mio agio”.

L’ultimo anno

L’ultimo anno trascorso con la maglia della Juventus è stato particolarmente difficile per il capitano, così come per l’intera squadra. Un anno pieno di emozioni, nel bene e nel male. “È stata una stagione con dei bassi clamorosi e inaspettati e dei picchi incredibili. Questo ha fatto sì che la razionalità venisse meno e qualche perplessità dopo Juve-Napoli c’era.

Invece per l’ennesima volta abbiamo dato una risposta incredibile”.

Difficoltà comunque non paragonabili a quelle vissute nel 2010, quando un infortunio ha fatto temere che la sua carriera fosse finita. Ma proprio lì Gigi Buffon ha trovato la forza di andare avanti e tornare in campo, facendo sognare i suoi tifosi per altri 8 anni.

La Juve dopo Buffon

Giocatore per 20 anni e capitano per 8. Un vero gigante del calcio italiano, che però è sicuro di lasciare la squadra in buone mani: “La Juve ha un portiere eccelso almeno al mio pari e che ha 13 anni in meno di me“. È anche consapevole che la squadra andrà avanti senza di lui. “Se io avessi solo la minima presunzione che la Juve senza di me finirebbe un ciclo sarei da rinchiudere. L’unica certezza che ha un tifoso della Juve è la famiglia”.

I fatti di Madrid

Durante la conferenza stampa, a Buffon è stato chiesto di commentare quanto accaduto a Madrid. “Per quella che potrebbe essere una squalifica per il dopo Madrid penso sia anche giusto”, ha ammesso. Il capitano si è detto dispiaciuto per quanto accaduto dopo la partita. “Per quello che ho esternato fuori dal campo è evidente che abbia trasceso e di quello ne sono estremamente dispiaciuto. A distanza di giorni ho detto che il Buffon di quella sera con i sentimenti e l’animo dilaniato di quella sera, non poteva che dire quelle cose. Ho detto anche che mi è dispiaciuto aver offeso l’arbitro, fa un lavoro difficile. Se l’avessi visto dopo due giorni l’avrei abbracciato chiedendogli scusa, ma conservando il mio pensiero”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi anche

Apple iPhone 6s Plus 32GB Grigio - Grey
439 €
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband Con Cardiofrequenzimetro
24.99 €
41.67 € -40 %
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 277 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.