×

Bullismo a Barletta, ragazzina picchia una coetanea in strada mentre qualcuno filma

Una ragazzina di 14-15 anni picchia e insulta una coetanea a Barletta: il video dell'aggressione è diventato virale e i genitori chiedono di rimuoverlo.

Ragazzina picchia coetanea a Barletta

È diventato virale il video in cui una ragazzina di 14-15 anni viene picchiata e riempita di insulti da una coetanea che le intima di non offendere più una sua amica, la interpella come una poco di buono e la colpisce più volte in faccia.

I genitori dell’adolescente si sono scusati per l’accaduto e quelli della vittima hanno chiesto la rimozione del filmato.

Ragazzina picchia coetanea a Barletta

Nelle immagini in questione, in cui appaiono evidenti e riconoscibili i volti delle protagoniste, si vede la vittima venire presa a schiaffi, offesa, insultata e infine scaraventata a terra. Il tutto mentre una ragazza riprende con il cellulare e un’altra assiste alla scena senza intervenire.

In breve tempo il video ha fatto il giro delle chat WhatsApp destando clamore, indignazione e preoccupazione.

I genitori della minorenne che ha aggredito la coetanea si sono scusati e detti mortificati per quanto successo. Tramite una nota diffusa dal loro avvocato, hanno affermato di comprendere il disagio della cittadinanza intera determinata dalla visione di quelle immagini, che hanno destabilizzato anche loro, e chiesto alla comunità e alla stampa di non diffonderle.

Chiediamo che ci si astenga dal continuare ad ingiuriare nostra figlia e tutte le adolescenti coinvolte in questa spiacevole vicenda affinché possano recuperare il prima possibile la loro integrità psico-fisica e beneficiare con l’aiuto di tutti di una seconda opportunità“, hanno continuato.

Ragazzina picchia coetanea a Barletta: “Eliminare il video”

Anche padre e madre della ragazza aggredita hanno chiesto che, considerata la gravità dei fatti, cessi quanto prima ogni ulteriore strascico mediatico della vicenda.

Consapevoli che non esiste antidoto efficace ed immediato alla velocità e alla capillarità con la quale si diffonde un video attraverso le piattaforme digitali, si sono dunque appellati alla sensibilità di chiunque affinché il filmato possa essere rimosso e oscurato.

Contents.media
Ultima ora