> > C'è posta per te, Luca Argentero riunisce madre e figlia: la storia di Rossella

C'è posta per te, Luca Argentero riunisce madre e figlia: la storia di Rossella

luca argentero

Luca Argentero si è reso protagonista di una bellissima riunione tra madre e figlia nell'ultima puntata di C'è posta per te.

Luca Argentero è sttao tra i protagonisti dell’ultima puntata di C’è posta per te: l’attore è riuscito a far riappacificare dopo tanto tempo Rossella con la madre grazie a un portachiavi.

C’è posta per te: Luca Argentero protagonista di una riunione di famiglia

Luca Argentero è stato protagonista della puntata di C’è posta per te andata in onda lo scorso sabato 14 gennaio. L’attore infatti è riuscito a riunire dopo tanto tempo Rossella alla madre Annamaria, separatesi dopo la scomparsa del padre.

Dopo il lutto, tra le due si è creato un muro invalicabile di incomprensione che però grazie all’aiuto dell’attore è stato abbattuto.

Madre e figlia finalmente riunite

Chiamo il programma per mia madre. Ho pian piano costruito un muro. Lei capisce come sto e si comporta di conseguenza. Io non ho capito la gravità della malattia di mio padre e l’ho lasciata sola. Non ho capito che mio padre stava morendo e non ho affrontato con lei questo dolore. Mio padre è morto a 57 anni e l’ho lasciata sola“, così esordisce Rossella spiegando il motivo della sua presenza.

La conduttrice Maria de Filippi allora spiega brevemente la situazione: “Il padre ha le piastrine basse, lei legge su internet e si fa un’idea. Pensa che non sia una cosa grande e prosegue la sua vita tranquilla.La diagnosi è lupus e lei va su internet e vede che di lupus non si muore. Non sta vicina alla madre ed è abbastanza serena. Quando il suo fidanzato la scuote e le dice che il padre rischia di non farcela, lei capisce di avere attivato un meccanismo di difesa.

Quando non c’è più, lei vede che sua madre sta male ma non riesce a starle vicino. Questa sera vuole dirle che non intende più far finta di niente“.

E qui entra in scena Luca Argentero, attore molto apprezzato dalla madre che infatti riesce a strappare un sorriso ad Annamaria, per poi spiegare il motivo della sua presenza: “Rossella si sente in colpa ma è difficile trovare il modo migliore di gestire un lutto“.

In seguito, l’attore dona ad Annamaria un piccolo portachiavi a forma di farfalla della casa di Rossella, riaprendo così le porte della sua vita alla madre.

E anche in questo caso la storia finisce con l’apertura della busta e l’abbraccio tra madre e figlia.