×

C’è posta per te, Pio e Amedeo su Belen Rodriguez: “Ha ricominciato a fare il giro”

Pio e Amedeo hanno preso parte, in qualità di ospiti, alla puntata di "C'è posta per te" di sabato 19 febbraio. Nel mirino è finita Belen Rodriguez.

Pio e Amedeo Belen

Nella puntata di “C’è posta per te” di sabato 19 febbraio sono intervenuti in qualità di ospiti della serata Pio e Amedeo. Durante il loro intervento i due, hanno preso di mira Belen che si starebbe frequentando con Stefano De Martino.

Non si sono nemmeno risparmiati con Fedez con il quale hanno litigato. 

Pio e Amedeo, cosa ha detto il duo comico su Belen 

Proprio a proposito della showigirl argentina, Pio e Amedeo, senza mezzi termini, rivolgendosi alla padrona di casa hanno dichiarato: “Hai visto Maria? Adesso ha ricominciato il giro”. Su Fedez non sono stati certo meno morbidi: “Abbiamo litigato, ci ha cancellato dai social, non dormiamo la notte per questa cosa.

Per vendetta abbiamo però scritto il suo numero nel bagno dell’autogrill”.

Il duo chiama in diretta Raoul Bova: ecco perché 

Il duo comico, è soprattutto giunto nello studio di Maria De Filippi con un motivo ben preciso. Il destinatario è il regista e sceneggiatore Pasquale Iannuzzi a cui erano stati promessi 8000 euro da Raoul Bova per il suo film. Pio e Amedeo hanno chiamato l’attore in diretta chiedendo come mai non avesse destinato quel denaro a Iannuzzi.

Quest’ultimo ha risposto: “Non ho dato gli ottomila euro perché voi non mi avete pagato”. 

È stato poi chiamato in causa l’attore di Gomorra Salvatore Esposito che, di rimando, seduto dall’altra parte della busta, ha replicato: “Lo dico da subito. Io non firmo nulla con loro, non regalo soldi o oggetti di valore”. La vicenda ha comunque un lieto fine. Pio e Amedeo hanno convinto Salvatore a provinare Pasquale.

Così, dopo un divertente siparietto, l’attore di Gomorra si è convinto a dividere la cifra. I comici hanno infine portato un assegno sul quale, oltre alla firma di Esposito, è stata apposta anche quella di Maria De Filippi. 

Contents.media
Ultima ora