×

Cacciatore di 36 anni ucciso da un cinghiale a Castell’Azzara, nel Grossetano

Il colpo che ha solo ferito l'animale e la reazione fatale: un cacciatore di 36 anni è stato ucciso da un cinghiale fra le province di Siena e Grosseto

Ferito a morte da un cinghiale un 36enne toscano

Tragedia di caccia in Toscana, dove un cacciatore di 36 anni è stato ucciso da un cinghiale a Castell’Azzara, nel Grossetano: secondo quanto appurato dopo il terribile incidente con esito fatale dopo aver sparato Giulio Burattini è stato caricato dall’animale e colpito a morte alla coscia. 

Cacciatore ucciso da un cinghiale nella riserva del Pigelleto fra Siena a Grosseto

Una battuta di caccia fatale dunque, quella nella riserva naturale del Pigelleto di Piancastagnaio proprio al confine tra le province di Siena e Grosseto. Battuta le cui fasi salienti sono state ricostruite dai carabinieri della territoriale, che hanno accertato come Giulio abbia prima sparato all’indirizzo di un grosso verro ma senza ucciderlo sul colpo. 

Il colpo, la carica e la terribile ferita: cacciatore ucciso da un cinghiale 

A quel punto l’animale avrebbe caricato e colpito con le zanne la coscia del cacciatore, recidendogli di netto l’arteria femorale.

I colpi “a falce, menati dal basso in alto da un animale che può pesare oltre un quintale e che ha quasi tutta la massa muscolare su collo e “sella” (il dorso) sono tragicamente efficaci

L’aiuto chiesto via radio e i soccorsi inutili: cacciatore ucciso da un cinghiale durante una tragica battuta

Pare che Giulio, che faceva il battitore, cioè lo stanatore del cinghiale con i cani, abbia dato l’allarme via radio invocando aiuto, A quel punto sono arrivati i compagni di battuta che hanno cercato invano di fermare il sangue ed allertato il 118, ma l’uomo è deceduto in pochi minuti. 

Contents.media
Ultima ora