×

Cala Luna, ritrovato il corpo del sub disperso in una grotta

Il corpo di Paolo Sedda, il sub disperso in grotta nei pressi di Cala Luna, è stato ritrovato questo pomeriggio alle 16.45

cala luna, ritrovato cadavere il sub disperso in grotta

È stato ritrovato il corpo di Paolo Sedda, 48 anni, il sub disperso dalla giornata di ieri 15 luglio, in una grotta sottomarina antistante la spiaggia di Cala Luna.

Cala Luna, ritrovato il corpo del sub

Il corpo di Paolo Sedda, il sub scomparso nei pressi di Cala Luna, è stato finalmente ritrovato intorno alle 16.45, e si sta procedendo al recupero della salma. 

Paolo Sedda, 48 anni, agente presso la Questura di Nuoro, era disperso da ieri, 15 luglio, quando in mattinata, si era immerso insieme a degli amici e a un istruttore del centro diving di Cala Gonone, Fabio Sagheddu, per esplorare la grotta della Risorgenza. 

La grotta, che si trova a circa 200m dalla spiaggia, si estende per circa 500 metri per arrivare a una profondità di 40m.

Per la sua conformazione permette l’ingresso di soli 2 sub alla volta, per cui Sedda si è immerso insieme ad un amico. Dopo circa 100m i due, hanno deciso di risalire, quando ad un certo punto, l’amico voltandosi verso Sedda non lo ha più visto. Risalito immediatamente, è riuscito a dare l’allarme e ad avvertire i soccorsi. Tutto faceva pensare che comunque Sedda fosse riuscito a trovare una sacca d’aria all’interno della grotta, ma la notizia giunta alle 16.45 ha spento ogni speranza.

Cala Luna, ritrovato il corpo del sub: i soccorsi

I soccorsi sono giunti immediatamente sul posto per iniziare le ricerche: da Cagliari è arrivata anche una motobarca dei vigili del fuoco in appoggio alle operazioni. Il Centro operativo nazionale ha inviato un’altra task force di speleosub dalla Campania. Sono in corso anche ispezioni dei fondali dal porto di Dorgali verso Cala Luna. Da Vicenza e Napoli arriveranno ulteriori rinforzi.

Nella spiaggia invece è stato allestito il campo base per le ricerche da parte del Soccorso Alpino e Speleologico Sardegna, con una squadra composta da cinque tecnici, tra cui un medico, oltre ai sommozzatori dei Vigili del Fuoco.

Le ricerche sono andate avanti per tutta la notte sino alle 4.30 di questa mattina, per poi interrompersi in modo da poter ripristinare le attrezzature. Alle prime luci dell’alba le attività sono riprese, anche se si sono rivelate particolarmente difficoltose, sia a causa della conformazione della grotta che della scarsa visibilità.

Questo pomeriggio poi, alle 16.45, il ritrovamento del corpo di Sedda, da parte degli specialisti speleo sub dei Vigili del fuoco alla quarta immersione.

Il corpo è stato ritrovato ad una profondità di 16m e a circa 120m dall’apertura della grotta.

Cala Luna, ritrovato il corpo del sub: aperta un’inchiesta

A seguito dell’incidente, la procura di Nuoro, ha deciso di aprire un’inchiesta per accertare come si sono svolti i fatti. Al momento rimane solo la disperazione dei familiari per questa tragica morte. 

Contents.media
Ultima ora