×

Calabria, zona rossa ad Africo: oltre 50 casi accertati in poco tempo

La cittadina di Africo, comune in provincia di Reggio Calabria, è in zona rossa. La decisione è stata annunciata dal presidente Spirlì.

Zona rossa Africo

La cittadina di Africo, comunque in provincia di Reggio Calabria, è diventata zona rossa: ad annunciarlo il presidente della Regione Nino Spirlì. Il focolaio scoppiato nella cittadina della Locride preoccupa e non poco il settore sanitario locale. 

Zona rossa ad Africo, il provvedimento 

La decisione è partita in maniera immediata e sarà valida da sabato 7 agosto a martedì 17 agosto 2021. Di recente di dipartimento di Prevezione dell’Asp ha scoperto un preoccupante aumento di contagiati con 52 casi. Il 92% è stato scoperto in meno di una settimana: la cittadina conta meno di 3.500 abitanti. In ogni caso i valori dei tassi di incidenza mostrano un aumento in Calabria: si parla negli ultimi 14 giorni di un tasso di crescita del 46%.

Sale anche il tasso di positività a causa della variante Delta che è presente sul territorio regionale per oltre 8 casi su 10. 

Zona rossa ad Africo, cosa comporta il cambiamento  

La nuova zona rossa introduce delle forti limitazioni agli spostamenti delle persone. Si potrà uscire soltanto per motivi di salute, lavoro e necessità. Diversi negozi e altre tipologie di attività commerciali dovranno rimanere chiusi. Aperti invece supermercati che vendono i beni di prima necessità e che, di conseguenza, risultano far parte delle attività essenziali

Zona rossa ad Africo, la decisione della Regione Calabria 

La richiesta della Regione Calabria è quella di mantenere alto il livello di attenzione e di evitare che la curva dei contagi subisca un drastico aumento. L’idea è non aumentare il tasso di ospedalizzazione e di mantenere sotto la soglia i posti di terapia intensiva. La fascia di rischio più elevata serve proprio per evitare che i positivi aumentino e che il virus possa circolare in maniera ancora più veloce. 

Nel frattempo in Italia è partito il green pass obbligatorio.

Il green pass potrebbe diventare obbligatorio anche per andare a lavoro. La decisione sembra presa, d’accordo anche i sindacati. A tal proposito deve essere costituita una legge che disciplini il tutto e non un accordo tra le parti. Nell’incontro in cui hanno partecipato Andrea Orlando e Roberto Speranza, rispettivamente il ministro del Lavoro e ministro della Salute, sarebbero emersi degli “spunti interessanti, anche delle distanze e punti di vista ma utili ad assumere le decisioni che ci attendono nelle prossime settimane”.

Contents.media
Ultima ora