> > Calais, nuovi sgomberi migranti. l'Ue striglia la Macedonia

Calais, nuovi sgomberi migranti. l'Ue striglia la Macedonia

Profughi della Vlora in banchina a Bari 8 agosto 1991

Migliaia di persone ancora accampate a Idomeni, alla frontiera tra Grecia e Macedonia, che all'indomani degli scontri rimane chiusa. L'ONU ha riferito che, nonostante l'impegno di ricollocare 66400 migranti dalla Grecia, i paesi europei hanno sinora annunciato solamente 1539 accoglienze e solo 325 ...

Migliaia di persone ancora accampate a Idomeni, alla frontiera tra Grecia e Macedonia, che all’indomani degli scontri rimane chiusa.

L’ONU ha riferito che, nonostante l’impegno di ricollocare 66400 migranti dalla Grecia, i paesi europei hanno sinora annunciato solamente 1539 accoglienze e solo 325 persone sono state ricollocate in maniera effettiva. La scena dei migranti che hanno provato a “sfondare” verso Nord, preoccupa non poco l’Unione Europea e, come afferma Margaritis Schinas: “Dimostrano che la sola soluzione è quella europea”. Inoltre per Schinas è necessario che la Macedonia agisca in conformità con la legge internazionale.

Situazione difficile anche a Calais dove è stata sgombrata la tendopoli Giungla, le operazioni in verità sono iniziate ieri ma interrotte a causa di un alterco tra polizia e migranti. Secondo il giornale Le Figaro, la notte passata è stata tranquilla, una situazione di calma resa tale dopo che gli agenti hanno ripreso in serata il controllo della A16 che era bloccata.