×

Calcio: Commisso, 'con cessione Vlahovic perso poco, eravamo settimi e siamo arrivati settimi'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 24 mag. – (Adnkronos) – "I dati parlano chiari: con Vlahovic all'andata eravamo al settimo posto e alla fine siamo arrivati comunque settimi. Vlahovic con la Juventus ha fatto 7-8 gol tra A e Coppa, lo stesso numero di Cabral insieme a Piatek.

Non abbiamo perso molto con la sua cessione. In molti hanno detto che con lui saremmo stati da Champions: che sono zingari che conoscono il futuro? Quello che so è che siamo rimasti al settimo posto anche dopo l'addio di Vlahovic". Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso torna con queste parole sulla cessione di Dusan Vlahovic nel mercato invernale.

"Quando sono tornato a Firenze per fare l'affare Vlahovic a dicembre, i procuratori e lui non hanno fatto un gioco onesto e non si sono comportati bene con me e ho detto ai dirigenti di cercare un altro centravanti e hanno preso Cabral e Piatek -aggiunge Commisso in video conferenza da New York-.

o detto di trovare un altro centravanti e hanno preso Piatek e Cabral. Non so da quanti mesi i procuratori di Vlahovic parlavano con la Juventus, ma nello spazio di una settimana la Juve, dopo che non voleva l'Arsenal, il Real o l'Atletico, si è fatta avanti e ci siamo accordati. La situazione è andata così: ma se facevano il contratto con noi, avrebbero fatto meglio di quanto ha fatto alla Juventus.

Io non ho fatto gli errori del Milan o del Napoli, ho fatto i soldi e li ho presi per mettere a posto il fair play finanziario".

Contents.media
Ultima ora