×

Calciomercato: un Milan che parla italiano

Dal samba all’Inno di Mameli! Oggi il Milan veste italiano. Dopo anni improntati su un calciomercato brasiliano Galliani & co hanno deciso di fare acquisti nel segno dell’azzurro. E’ cambiata bruscamente la rotta: in quest’ultima sessione di mercato nemmeno un gioiellino della Seleçao! Eppure andava molto di moda! Cosa è capitato?

Ormai i brasiliano costano troppo, i tanto gettonati Ganso e Neymar sono rimasti a casa, impossibile accasarli con la formula del prestito con diritto di riscatto, in Brasile chiedono solo l’acquisto definitivo. E così hanno iniziato ad arrivare i vari Aquilani, El Shaarawy, Nocerino, anch’egli a titolo definitivo ma l’operazione si è chiusa a soli 8 milioni, noccioline in confronto ai 30 che il Santos chiedeva per Ganso. Non solo i giocatori verdeoro devono esser acquistati a titolo definitivo ma il cartellino costa troppo! Difficile che uno di loro possa arrivare a parametro zero, la formula preferita dal Milan, formula con cui sono arrivati Mexes, Taiwo (entrambi francesi, il secondo sta formalizzando gli ultimi dettagli per ottenere il passaporto europeo) e con cui potrebbe accasarsi Montolivo.

Ecco un altro italiano! Non è poi così scontato che arrivi a giugno potrebbe anche sbarcare a Milano a gennaio. In ogni caso sarebbe il quarto connazionale! Quanti azzurri, vien da tornare indietro nel tempo e pensare al Milan stratosferico di Sacchi, il Milan degli olandesi ma soprattutto di Donadoni, Ancelotti, Evani, Tassotti, Costacurta,Baresi, Maldini. Nomi di un certo calibro, campioni internazionali. Senza andare molto avanti nel tempo e pensando a Capello tornano alla mente Marco Simone e Massaro. Erano decisamente altri tempi! Quelli sì che erano giocatori in grado di cambiare le sorti di una partita. Ora non rimane che aspettare cosa hanno da dire gli italiani del Milan in un periodo di transizione del nostro calcio che stenta ancora a decollare e riprendere lo scettro di migliore del mondo, ormai surclassato da quello spagnolo ed inglese.
Valentina Ligas
ligas.vale@live.it


Contatti:

Contatti:

Leggi anche