Calderoli non esclude un allargamento ma se non ci sono i numeri restano solo le urne | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Calderoli non esclude un allargamento ma se non ci sono i numeri restano solo le urne
Politica

Calderoli non esclude un allargamento ma se non ci sono i numeri restano solo le urne

In queste settimane si cerca di vedere i possibili passaggi politici che da Gennaio avverranno nella maggioranza. Se da una parte il premier Silvio Berlusconi rimane sempre molto ottimista, sia per la conta dei deputati in quanto prevede che da Futuro e Libertà possano ritornare i delusi, non altrettanto convinti sembrano la Lega Nord dove Bossi è favorevole alle elezioni in primavera, in quanto con 3 o 6 deputati in più non si può governare, e si rischia di paralizzare l’intera legislatura senza risolvere i problemi dei cittadini. Uno dei primi ad esprimere chiarezza al Cavaliere è il leghista Calderoli che ha ammesso: “A Berlusconi l’abbiamo detto chiaramente una settimana fa: fino al 14 dicembre ti abbiamo seguito, ma qualche parlamentare di maggioranza non basta. Soprattutto perché non abbiamo più la maggioranza nelle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera. E quest’ultima è dirimente, decide quello che passa o non passa. Dunque, o la maggioranza si allarga in modo da recuperare queste commissioni, oppure non c’è alternativa alle urne.

La spina non la stacchiamo noi, si stacca automaticamente”.
Calderoli ha continuato descrivendo i motivi: “I numeri li verificheremo a metà gennaio, a oggi non ci sono. Ripeto: non basta il passaggio di 5-6 parlamentari per cambiare gli equilibri in commissione. E soprattutto con questi numeri cosa si fa? Una legge ogni 2-3 mesi? Non basta neppure se arriviamoa 320: per le riforme serve altro. Il mio invito è aprire un largo tavolo per fare le riforme costituzionali. Con Berlusconi, Bossi, Bersani, Casini, Di Pietro. Letta no, ma altri del Pd mi hanno detto che sono disponibili”
Alle dichiarazioni di Calderoli risponde il leader del Partito democratico Bersani che dice:
”Calderoli deve convincersi di una cosa. Noi riteniamo di essere i federalisti. Abbiamo la nostra proposta e se prende su la nostra proposta facciamo l’accordo, se si tiene fermo sulla sua no”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche