×

Camera da letto in arte povera: stile, materiali e prezzi

mobili arte povera
camera da letto arte povera

Arredare casa provioca spesso ansia e preoccupazione soprattutto perchè spesso non si sa cosa sceglire tra le infinite opzioni proposte dal mercato. Gli stili d’arredamento sono moltissimi e se le ultime tendenze schiacciano l’occhio al minimalismo esistono tutta via ancora dei nostalgici che optano per i modili di arte povera. La camera da letto in arte povera è ancora oggi abbastanza diffusa.

Camera da letto in arte povera

Arredare una camera dal letto in arte povera significa scegliere uno stile rustico, semplice, genuino e con pochi dettagli. Lo stile in arte povera esprime anche il valore della tradione rurale del nostro paese e per questo è ancora oggi diffuso. Il legno è sicuramente il protagonista di questo stile, infatti, materiali come truciolato, laminato e plastica non sono contemplati.

Oltre al legno gli altri materiali utilizzati sono il ferro, la ceramica e il vetro meglio se volutamente invecchiati per dare un tocco antico all’arredamento.

Tutti i mobili devono esprime genuinità per questo non si usano i colori sgragianti ma piuttosto toni neutri come il marrone, il beige, il bianco e il giallo tenue. Trovare i mobili giusti per la propria camera da letto in arte povera non è oggi semplicissimo perchè la maggior parte dei negozi d’arredamento non producono più questo tipo di mobilio in quanto viene apprezzato solo da una nicchia ristretta di consumatori. La scelta nei cataloghi dei negozi di arredamento più diffusi non è vastissima ma i mobili in arte povera

Camere in arte povera: i materiali e i prezzi

I prezzi delle camere da letto in arte povera sono legati alla qualità dei mobili. La scelta del legno influenza moltissimo la crescita del prezzo, infatti, più è pregiato più crescerà il prezzo.

Il legno più pregiato è sicuramente il legno di Noce. Il legno di Castagno, anche esso pregiato, è utilizzato principalmente per porte, infissi e elementi di piccole dimensioni.

Uno dei legni più economici è quello di Pioppo, utilizzato per produrre mobili a prezzo ridotto prima dell’avvento del compensato. Un legno di prezzo medio e ideale per il mobilio è il legno di Ciliegio, quindi si consiglia di scegliere questa opzione per mantere i costi. Per scegliere il legno da utilizzare bisogna quindi stabilire un budget e cercare l’opzione che vi rientra. Per risparmiare si possono cercare i mobili in arte povera nei mercatini d’antiquariato o presso i rigattieri.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche