Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Cammarata vara il “pacchetto decoro”, multe salate ai lavavetri ed i clienti delle prostitute mentre i posteggiatori abusivi guadagnano almeno 100 euro al giorno
Cronaca

Cammarata vara il “pacchetto decoro”, multe salate ai lavavetri ed i clienti delle prostitute mentre i posteggiatori abusivi guadagnano almeno 100 euro al giorno

lavavetri multati

Moralità in città. Uno degli obiettivi del comune di Palermo è quello di sanzionare pesantemente chi compierà gesti contrari al decoro della città. Multa a chi viene pizzicato a chiedere prestazioni sessuali ad una prostituta con un’ammenda di 400 euro, cifra dichiarata equa per chi si può permettere prestazioni sessuali a pagamento. Una legge che era già stata pensata a febbraio, quando in città era valevole un’ordinanza contro i bivacchi. Dopo ben due assalti spettacolari, con tanto di elicotteri e decine di mezzi della polizia impegnati a scacciare ed arrestare decine di lavavetri all’altezza dei semafori di Via Perpignano, arriva la multa di ben 300 euro per i lavavetri che secondo il vice sindaco Francesco Scoma arrivano spesso a comportamenti di insistente disturbo, generando ansia. Pugno duro anche per i barboni che dovrebbero pagare, non si sa esattamente come, una sanzione di 400 euro, a causa della situazione di scadimento e decadenza della qualità dell’ambiente dovuto allo scarico di acque e liquidi maleodoranti, come pure dell’accumularsi di rifiuti di vario genere che comportano la presenza e il proliferare di insetti e topi.

Insomma, se le condizioni igienico-sanitari a Palermo sono carenti non è solo colpa dell’AMIA, ma dei barboni che come untori si aggirano per la città. Nessun riferimento ai posteggiatori abusivi, che con minacce, allusioni e metodi di coercizione riescono quasi sempre a strappare ai palermitani in coda almeno l’equivalente di una “tazza di caffé”. A volte non lo chiedono nemmeno, sembra automatico, una sorta di atto dovuto a cui il solo ribellarsi sembra sgradevole, di cattivo gusto, disdicevole. Abbiamo fatto una prova, lavorando una sera davanti ad un locale della movida palermitana. In una sola serata abbiamo accumulato ben 119 euro, che moltiplicati per 30 giorni lavorativi diventano più di 3000 euro, esentasse, guadagnati semplicemente estorcendo un caffè agli automobilisti incastrati tra zone blu e divieti di sosta. Come diceva il vice sindaco Francesco Scoma, anche i posteggiatori abusivi

arrivano spesso a comportamenti di insistente disturbo, generando ansia

ma nessuno ha mai pensato a loro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.
Contatti: Mail